PRODOTTI

    ET-DLE030: ottica ultra corta per proiettori Panasonic DLP 1-chip

    Un'ottica ultra corta compatibile con tutti i videoproiettori DLP monochip Panasonic; consente diverse soluzioni installative con un rapporto di tiro che si estende da 0,38:1 a 0,41:1.


    Volume: SIAV_02_13 - Pagine: da 118 a 119

    L'ottica ET-DLE030 di Panasonic è stata progettata per trasformare i videoproiettori DLP monochip di alta qualità in modelli con un rapporto di tiro ultra corto. È un prodotto innovativo che consente diverse soluzioni installative, normalmente considerate scomode o poco pratiche per l’utilizzo di videoproiettori professionali. Facile da montare, è in grado di garantire un rapporto di tiro che oscilla tra 0,38:1 e 0,40:1, così rispettivamente suddiviso:
    – circa 0,38:1 per proiettori WUXGA;
    – circa 0,39:1 per proiettori XGA;
    – circa 0,40:1 per proiettori WXGA.




    Gli ambienti installativi

    Trattandosi di un'ottica ultra corta, l’ET-DLE030 è stata pensata per rendere possibile la visione di immagini di qualità in ambienti solitamente poco propensi ad ospitare videoproiettori di fascia alta, come potrebbe esserlo un soffitto troppo elevato piuttosto che una superficie troppo bassa oppure un luogo che non garantisce una ventilazione sufficiente al raffreddamento tra lo spazio anteriore e quello posteriore del videoproiettore. È destinata, quindi, ad espandere la gamma di soluzioni installative nel mondo del Digital Signage piuttosto che in ambito museale, o altro ancora. Gli ambienti dunque che fino ad oggi potevano costituire un ostacolo per una proiezione professionale, attraverso l’applicazione di questa ottica ottico ultra-corto diventano ideali anche per proiettori potenti ad alta efficienza qualitativa: si va dalle vetrine ai negozi, piuttosto che dalle stazioni ferroviarie ai centro commerciali, oppure alle aule training o ai parchi a tema. Basti pensare anche alle installazioni nei musei, che solitamente impiegano videoproiettori short throw pensati per il mondo educational e che pertanto forniscono prestazioni limitate perché poco adatti all’esigenza.



    Pratica da installare

    Una delle peculiarità che caratterizza questo dispositivo è rappresentata dalla fedeltà di riproduzione delle immagini al punto da consentire una visione multi-screen, in configurazione edge blending.

    Le dimensioni contenute della lente, 132 x 102 x 311 mm, e il peso di 1,3 kg, consentono una comoda manovrabilità del prodotto.



    Correlati


    Prodotti

    CT379/5: HDMI/USB Over IP con IR

    ALPHA ELETTRONICA

    CT379/5: HDMI/USB Over IP con IR

    Una coppia di extender capace di aumentare fino a 100 metri la lunghezza di un collegamento HDMI, utilizzando un solo...


    SAT9009HD/CARD CI PVR, con dCSS

    GALAXY

    SAT9009HD/CARD CI PVR, con dCSS

    Un decoder che sarà disponibile a breve anche in versione dCSS, per la distribuzione monocavo evoluta...


    MKB5/4: Miscelatore-Combinatore per LA7

    LAEM Elettronica

    MKB5/4: Miscelatore-Combinatore per LA7

    Lo spostamento sul canale 25 UHF (in alcune zone) dell’emittente La7 comporta la necessità di traslare in banda IV...


    Coassiali per segnali HD-SDI

    MICRO TEK

    Coassiali per segnali HD-SDI

    Sei modelli, dal microcoax H290A (ø 2,9 mm) al COAX 11A (ø 9,8 mm), tutti conformi alle specifiche HD-SDI. Disponibili anche i modelli ...



    APPROFONDIRE

    Surround di qualità anche via PC

    Surround di qualità anche via PC

    La storia di Dolby è costellata da numerosi successi che hanno
    segnato il cammino evolutivo delle tecnologie audio: dai sistemi di riduzione del rumore per il mercato
    professionale e consumer (chi non ricorda il mitico Dolby B) a quelli per il cinema fino ad arrivare ai sistemi di codifica multicanale per le trasmissioni televisive, i contenuti analogici/ digitali e i sistemi Home Cinema. Da qualche anno, l’azienda inglese si è impegnata anche sul fronte multimediale progettando tecnologie avanzate che migliorano la riproduzione audio e portano l’emozione dell’effetto surround anche su dispositivi portatili e computer. L’ultima evoluzione riguarda proprio i PC, in particolare laptop o notebook, sempre più votati alla multimedialità e in grado di ricevere le trasmissioni televisive digitali, riprodurre i contenuti DVD e Bluray, on-line (streaming audio/video - es.: YouTube), la ‘musica liquida’ in generale e, non ultimo, la capacità di trasformarsi in potenti console videogame, anche con il supporto del 3D. In occasione del CES 2011, Dolby ha rinnovato il programma PC Entertainment Experience presentando le tecnologie audio di ultima generazione disponibili in alcuni laptop con piattaforma Intel.
    ...


    Valore degli edifici e Dotazione tecnologica

    Valore degli edifici e Dotazione tecnologica

    Stiamo per entrare in una nuova èra, nella quale potrà sembrare insensato attribuire una qualità umana ad oggetti inanimati, eppure bisognerà farci l’abitudine. Dalle automobili (infomobility) ai pacchi postali (parcel tracking), dai documenti (document management) agli elettrodomestici (domotica), passando dai telefonini (smartphone), ai sistemi di sicurezza e ai nostri stili di vita, pochi microscopici accessori informatici installati su qualunque oggetto lo renderanno ‘intelligente’, in dialogo permanente con le nostre volontà. Anche gli edifici stanno per entrare in questa rivoluzione intelligente, paradossalmente grazie ad una colpa insita nella loro natura, che oggi la società non può più sopportare: l’inefficienza energetica....


    BENESSERE & SALUTE