MANAGER & AZIENDE

Genesis Technologies apre in Italia

Dopo Belgio, Spagna, UK, Francia, Svizzera e Germania, è la volta dell’Italia. Nel nostro paese Genesis Technologies sarà guidata da Giorgio Boschi.


Volume: SIAV_04_13 - Pagine: da 36 a 39

«Era il 1994 quando Rico Vögeli fondò in Svizzera la Genesis Technologies, specializzata unicamente in prodotti Hi-Fi – così esordisce Wim De Vos attuale co-fondatore delle Genesis Technologies presenti in diversi paesi d’Europa. Decidemmo di convertire il nostro business per adeguarlo ai prodotti di custom installation negli anni 1999/2001, quando il mercato iniziava a manifestare i primi interessi: in Europa era davvero ancora molto piccolo. Quindi, nel 2004 con Rico pensammo di replicare il modello Genesis Technologies in altri paesi europei; la cosa successe puntualmente negli anni a venire quando furono avviate le società in UK/Irlanda, Spagna/Portogallo, Francia/Marocco, Svizzera/Austria, Germania e ora in Italia. Tutte queste società condividono la stessa strategia e gli stessi obiettivi».



L’esperienza

«In tutti questi anni di attività – prosegue Wim De Vos - abbiamo compreso che soltanto un esiguo numero di trend diventano così dominanti sul mercato che nessuno li può più fermare. Ecco alcuni esempi. Le società di integrazione specializzate nel mercato residenziale hanno l’esigenza di concentrarsi ancora di più sul cliente e, pertanto, devono pensare soprattutto in termini di soluzioni, cioè risolvere le problematiche che affronta quotidianamente il cliente, piuttosto che concentrarsi soltanto sui prodotti. Questo trend genera un effetto immediato sul ruolo dei produttori: devono garantire soprattutto il supporto e non vendere semplicemente il prodotto. Inoltre, è importante conoscere a fondo ogni aspetto del sistema integrato e la sua progettazione specifica. Tanto più il sistema aumenta di dimensioni diventando più complesso quanto più la progettazione tecnica deve garantire efficacia ed efficienza, richiedendo un livello di professionalità superiore. I contesti che vengono coinvolti sono molteplici, vanno oltre quello tecnologico; si devono coniugare esigenze architettoniche e tipiche dell’edilizia: gli integratori devono essere capaci di interpretare un ruolo tecnico, professionale e specializzato, confrontarsi e discutere al pari con architetti e costruttori».



I migliori alleati

La qualità della vita in un’abitazione fonde l’aspetto estetico dell’ambiente a quello funzionale degli impianti tecnologici. «E’ determinante che la progettazione tenga conto di elementi olistici e creativi – ci spiega Wim. Per integrare al meglio la tecnologia, i progettisti e gli interior design sono probabilmente i migliori alleati della nostra industria. Loro danno vita agli ambienti vivibili: se noi li supportiamo per rendere questi ambienti più coinvolgenti, affascinanti, divertenti e rilassanti, abbiamo acquisito un partner autorevole. La tecnologia e il design, lo sottolineo, stanno convergendo: ciò impone agli integratori il rispetto della creatività, un atteggiamento funzionale a condividere ed esaltare le visioni tipiche degli interior design. Per questo motivo Genesis
Technologies ha raggiunto un accordo di partnership con la divisione contract di Poltrona Frau per realizzare poltrone rivestite della pelle più rinomata, destinate alle sale cinema. Un elemento d’arredo che ha reso i nostri Experience & Design Center particolarmente eleganti, sia nella forma che nei colori; abbiamo anche creato il concept Hitech Couture (www.HitechCouture.com) per avvicinare la tecnologia al design, allargando la prospettiva dell’approccio offrendo una progettazione completa. Lo abbiamo imparato sin dall’inizio del percorso: il mercato ci ricorda quotidianamente che questo è un business di livello ‘world class’. Questo è un concetto molto importante. Le nostre soluzioni sorprendono ed esaltano i clienti, soddisfano i desideri degli appassionati, persone brillanti ed entusiaste. In un’abitazione è fondamentale creare una miscela bilanciata dove l’intrattenimento, la tecnologia e il design si fondono per creare una migliore qualità della vita. Ci dobbiamo ritenere davvero fortunati perché lavoriamo con dealer, fornitori, progettisti e colleghi, persone talentuose che credono nel proprio lavoro per soddisfare al meglio i clienti. E questa, probabilmente, è la ragione più importante del nostro successo».



Strategia & Servizi

La strategia di canale è semplice: l’obiettivo di Genesis Technologies è selezionare un gruppo di dealer/system integrator da sostenere con i migliori brand e adeguati servizi di pre e post vendita, così da metterli in condizioni di trascorrere tutto il tempo necessario con il cliente finale per condividere il progetto elaborato esclusivamente per loro. «Un gruppo che vogliamo cresca con noi – ci racconta Wim De Vos. Preferiamo sviluppare il nostro business in questo modo piuttosto che aumentare il numero di dealer/integratori per incrementare il fatturato. E per crescere bisogna definire e indicare dove sta andando il mercato, suggerire il percorso e modellarlo con azioni appropriate, non solo con i numeri. Bisogna aggregare un gruppo interdisciplinare di aziende: integratori, architetti, progettisti e costruttori devono comunicare e condividere le soluzioni confrontando le esperienze di tutti».
Genesis Technologies è stata fondata da un gruppo di persone che provenivano dal mondo video Hi-End e, nel tempo, hanno acquisito competenze ed esperienze in settori diversificati come il residenziale, nautico e commerciale.
«Siamo un distributore che mette al centro il System integrator e aiuta i vari professionisti al raggiungimento dell’obbiettivo, ossia la richiesta dell’utente finale – chiarisce Boschi, responsabile di Genesis Technologies Italia. In Italia questo ruolo possiede un elevato margine di crescita, c’è molto lavoro da fare. Il servizio, la soluzione e la sua qualità sono per noi centrali: attribuiamo lo stesso valore al supporto che forniamo ai nostri partner. Dobbiamo dare fiducia e protezione al loro lavoro, essere in prima linea con loro, con chi vuole mettersi in gioco con professionalità».



Il mercato è cambiato

«Il ruolo del rivenditore specializzato di prodotti finiti, quello che un tempo veniva
chiamato negozio Hi-Fi, si è trasformato al punto che il modello di business da anni non
sta più in piedi
– commenta Giorgio Boschi. La caduta in picchiata dei margini, l’aumento dei costi di gestione e una marcata miopia (o la mancanza di motivazione) nell’interpretare i trend di mercato ha costretto alla chiusura numerose attività. Il prodotto tecnologico non genera più valore: la concorrenza cinese e coreana lo ha banalizzato; per recuperare i margini è necessario fornire un servizio, una soluzione integrata a valore aggiunto. Il retail ha vissuto per anni con attività tipiche del ‘box moving’; oggi tutto questo è al tramonto. L’approccio di sistema, all’insegna dell’integrazione, ha scelto il protocollo IP. E i diffusori, che un tempo venivano messi in mostra all’interno di un’abitazione lasciano sempre di più lo spazio agli speaker da incasso, che sono invisibili.Questi trend sono inarrestabili. Il mercato custom, basato sull’integrazione, vive di desideri fondati sul concetto ‘mi piacerebbe’ perché genera emozione e semplifica la vita agli utenti finali. Soltanto un lavoro di gruppo, e mi riferisco alla collaborazione fra produttori, architetti, interior designer, distributori a valore aggiunto e partner-dealers, è in grado di realizzare e finalizzati il miglior progetto. Se manca una di queste figure è difficile soddisfare la richiesta del cliente. Il compito del distributore deve essere anche di stimolo, visto la conoscenza specifica che possiede, in modo che tutti insieme comunichino con lo stesso linguaggio».
Collaborare con un dealer o, viceversa, ricevere una richiesta di collaborazione aggiungere competenza al progetto. «Può accadere – dice Boschi - che un dealer abbia l’opportunità di sviluppare un progetto ma non possiede uno specifico know-how per svilupparlo: in questo caso il distributore a valore aggiunto può offrire la propria collaborazione. Questa figura però, nel tempo, deve essere in grado di trasferire ai partner le conoscenze che ritiene importanti per il suo business»



L’Europa…

Il cliente europeo e le economie di scala. Due aspetti ben diversi che diventano strettamente collegati e sinergici per Genesis Technologies, che opera in diversi paesi. «In Europa si condividono culture diverse, le persone si spostano con sempre maggiore frequenza perché i costo dei trasporti sono competitivi, la ricerca all’elevata qualità della vita è costante – ci spiega Wim. Il cliente finale è un cittadino del mondo: si muove da un Paese all’altro, anche perché il marito oppure la moglie sono nati in Paesi diversi. Il nostro target è formato da famiglie che spesso possiede più abitazioni, raramente nello stesso Paese. E l’integratore intrattiene una relazione davvero speciale con il proprio cliente finale: conosce la famiglia e la casa, opera per rendere semplici le operazioni complesse, per far diventare la casa anche il luogo divertente che deve essere. Ne consegue che il cliente finale preferisce lavorare sempre con lo stesso integratore; e l’integratore deve essere disponibile a viaggiare, per lavorare sempre di più in posti diversi. Il concetto di Nazione/Stato è diventato obsoleto, anche per noi».
Per poter sviluppare la conoscenza, acquisire capacità di comunicazione, di investimento e stabilità economica il distributore deve acquisire una dimensione adeguata, diventare abbastanza grande. «Al momento il nostro staff è composto da oltre 35 persone che lavorano per Genesis Technologies in tutta Europa – commenta Wim - dobbiamo essere focalizzati sulle stesse tecnologie e gli stessi brand. Così possiamo garantirci le economie di scala necessarie per diventare competitivi e offrire il giusto supporto ai nostri dealer, un supporto necessario per farli crescere. I nostri Design & Competence Center sono già una realtà a Marbella, Lisbona, Ascot (Londra), Montreux e Rabbat: altri se ne aggiungeranno in futuro. Si tratta di realizzazioni molto costose ma necessarie ai nostri premium partner per avere successo. Qui sveliamo ai nostri clienti, agli architetti, ai progettisti e agli integratori la soluzione. Un distributore che opera in un mercato di nicchia e si rivolge soltanto al mercato interno non può sostenere il proprio business a lungo termine; le economie di scala sono indispensabili».



… e l’Italia

Per Genesis Technologies la presenza in Italia è strategica, per diverse ragioni: per assicurare una naturale espansione in Europa, con le economie di scala che ne conseguono, e per relazionarsi con maggiore efficacia con i mercati del lusso e del design. «E’ da molto tempo che pensiamo ad una nostra presenza anche nel mercato Italiano – ci rivela Wim. Ce lo chiedono i nostri fornitori e i numerosi integratori che conosco il nostro modo di lavorare. Ma abbiamo dovuto aspettare di avere la disponibilità della persona giusta che potesse assumere questo ruolo. Questa persona ora l’abbiamo trovata: è Giorgio Boschi. Non c’è mai stato un altro piano per entrare in Italia». L’Italia rappresenta uno dei mercati di riferimento sia nel lusso che nel design.
«Sentiamo che la nostra industria si sta muovendo in questa direzione ogni giorno
sempre di più
- ci spiega Wim. Abbiamo bisogno di essere presenti in un Paese, come l’Italia, che possiede un patrimonio legato ai luxury brand, al design, all’ingegneria di qualità per creare valore e vantaggi competitivi a tutto il gruppo. La nostra partnership con Poltrona Frau ha accelerato l’intero processo».



Eventi & Training

Genesis Technologies organizza eventi di varia natura, specifici per l’approfondimento tecnico, dove gli invitati possono acquisire conoscenze interdisciplinari e collettive. Ad esempio, la visita di inizio anno al quartier generale di Barco, oppure gli open house organizzati nei Design & Experience Centres come il brindisi di inizio anno, la presenzione dei corsi CEDIA CDP, il lancio dei prodotti Datasat, ecc. Le sessioni formative di Genesis Technologies University, invece, approfondiscono gli aspetti tecnici dei prodotti oppure la progettazione dei sistemi e sono dedicati ai Premium Dealer. Sta ottenendo un riscontro rilevante il training di due giorni Home Cinema Design Professional. Viene organizzato ogni tre mesi e possono partecipare tutti i Premium Dealer di qualunque Paese. Vengono, infine, realizzati anche sessioni formative locali, specifiche per i brand: nei prossimi mesi, ad esempio, sono in programmi incontro dedicati a Barco, Stewart, Stealth, ecc.
«Questa sarà una delle attività primarie di Genesis Technologies – commenta Boschi. I training fanno cultura, sviluppano la conoscenza e le relazioni con il mercato e i professionisti. Momenti di incontro per capire e mettersi in gioco: senza il sapere, in un mercato sempre più internazionale e interdisciplinare, non si fa impresa».



Correlati


Prodotti

Distribuzione TV con multiswitch

GALAXY

Distribuzione TV con multiswitch

La gamma di multiswitch Galaxy comprende modelli a tecnologia dCSS, SCR e standard, per ogni configurazione...


Distribuzione TV in fibra ottica

GALAXY

Distribuzione TV in fibra ottica

Il nuovo catalogo Galaxy dedica una sezione specifica ai prodotti per la distribuzione del segnale in fibra. Completa la ...


7470 e 7470/2: prestazioni e design

ELINT IARE

7470 e 7470/2: prestazioni e design

L’amplificatore di linea autoalimentato è un prodotto da installare all’interno di un appartamento, pensato...


MDHD1: HD in MPEG-4, HDMI passante

LAEM Elettronica

MDHD1: HD in MPEG-4, HDMI passante

Un modulatore AV/DVB-T 1080p. Semplice da programmare, il display per i menù è a colori...



APPROFONDIRE

BENESSERE & SALUTE