È Junior Product Manager di Panasonic Visual System Solutions: con lei abbiamo analizzato i risultati del primo semestre dell’anno fiscale che si chiuderà a marzo 2015.

Volume: SIAV_04_14 – Pagine: da 35 a 35

Continua il viaggio di Sistemi Integrati tra le aziende del mondo Audio Video professionale, per capirne più da vicino lo stato di salute e scoprire, dando voce agli attori di questo mercato, quali strategie vengono stilate per il futuro. In questo caso, ci siamo confrontati con Daniela Karakaci, Junior Product Manager di Panasonic Visual System Solutions, che ha illustrato in modo puntuale come si è mossa Panasonic nell’ultimo anno, lasciando intravedere su quali soluzioni l’azienda giapponese punterà nel prossimo futuro.




Partiamo dall’attualità. Ci può delineare il corretto posizionamento di mercato, con riferimento specifico alla divisione Visual System Solution di Panasonic, tracciando un quadro degli ultimi risultati?

«Sul fronte dei proiettori professionali, il nostro core business è la categoria di prodotto superiore ai 5.000 ansi lumen. A livello europeo, il primo semestre del Fiscal Year (aprile – settembre 2014) della categoria di riferimento si è chiuso positivamente. Il mercato delle soluzioni di videoproiezione Panasonic, infatti, ha registrato una crescita positiva, superiore alla media di mercato, con un market share complessiva del 45%.
I risultati conseguiti in Italia seguono un andamento analogo, come dimostra la percentuale di crescita, che si attesta intorno al 33%. Nel nostro paese, nel segmento dei proiettori sopra ai 5.000 ansi lumen, siamo leader di mercato con una quota che raggiunge il 43%».


Qual è il trend del mondo dei display professionali?
«Anche dalla categoria dei display professionali emergono numeri positivi e i risultati ottenuti sono altrettanto interessanti: nel secondo quarto dell’anno fiscale, che terminerà a marzo 2015, si evidenzia a livello europeo una crescita del mercato pari al 42% per il mercato dei display LCD > 40 pollici. Nonostante la recente uscita (2013) dal mercato dei display al plasma, cui è seguita una fisiologica flessione della quota di mercato, Panasonic sta riguadagnano gradualmente terreno e market share: siamo perfettamente consapevoli della sfida che siamo chiamati ad affrontare e, grazie agli investimenti in ricerca e sviluppo di soluzioni sempre più innovative, prevediamo un incremento positivo delle vendite nei prossimi mesi anche in questa area».

Quali, tra i tanti prodotti Panasonic lanciati di recente, possiamo definire caso esemplare?
«Tra i proiettori di fascia alta, il protagonista indiscusso è certamente il modello PT-DZ21K, con luminosità di 20.000 ansi lumen e tecnologia 3-chip DLP. Un prodotto lanciato nel 2012, che si è fatto pian piano conoscere dai player di mercato i quali, sin da subito, ne hanno riconosciuto le caratteristiche distintive: oltre al design ultracompatto, il proiettore garantisce un funzionamento affidabile e una qualità delle immagini senza precedenti. Inoltre, è integrata la funzionalità di warping avanzato e video masking, caratteristiche fondamentali per i proiettori di questa fascia. Così come il TCO ridotto, la minore necessità di manutenzione, nonché la flessibilità di sistema e installazione con varie funzioni. Tra i prodotti di punta del 2014, invece, a settembre è stato introdotto il proiettore da 1 chip DLP Full laser, da 6.500 ansi lumen: il PT-RZ670. Abbiamo concepito una soluzione full laser davvero performante, che assicura un utilizzo intensivo 24/7 e una durata di oltre 20.000 ore di funzionamento, senza necessità di manutenzione. Il degrado della luminosità avviene in modo lineare garantendo anche dopo tale periodo una luminosità di circa il 50% di quella iniziale».


I due videoproiettori di punta: In alto, il PT-DZ21K con luminosità di 20mila ansi lumen e tecnologia 3-chip DLP; qui sopra, il PT-RZ670, il primo proiettore laser da 6.500 lumen al mondo


Ci può citare qualche caso di successo che ha adottato una di queste soluzioni?
«Certamente! Dal suo lancio sul mercato, il videoproiettore PT-DZ21K ha riscosso ampio successo in occasione di eventi di alto profilo, in contesti leisure e per l’area entertainment. Ne sono esempio il Festival of Lights di Berlino del 2012, i Giochi Olimpici di Londra, l’ultimo tour live The Wall di Roger Waters, il 555esimo anniversario della città di Bucarest e il lancio dell’ultimo album dei Coldplay ‘Ghost Stories’. Tutti contesti per i quali sono state sviluppate applicazioni scenografiche di livello internazionale. Anche l’utilizzo fatto sul territorio nazionale non è da meno. Sono veramente tanti, infatti, i videoproiettori PT-DZ21K impiegati, come in occasione dello spettacolo Les Troyens al Teatro alla Scala di Milano oppure per l’applicazione di videomapping in Piazza di Spagna, in occasione del 130esimo anniversario di Bulgari a Roma. In tutti questi casi, il sistema a quattro lampade ha assicurato affidabilità e stabilità di funzionamento in caso di guasto di una lampada».

Spostiamo l’attenzione sulle strategie future. In quale direzione sta andando Panasonic? Cosa vi aspettate per il futuro e quali sono le tecnologie su cui Panasonic punterà maggiormente nel 2015?
«L’anno appena iniziato ci vedrà impegnati nel consolidamento dei risultati ottenuti nel 2014. Non solo, lavoreremo ancor di più per accrescere e rafforzare le nostre quote di mercato, puntando maggiormente sui proiettori di fascia alta ad elevata luminosità, così come sulla categoria dei display, grazie anche all’arrivo di nuovi prodotti dedicati al digital signage. All’interno del mercato visual l’offerta di Panasonic è organizzata in quattro mercati: rental e staging, educational, public display e corporate. Sicuramente il mercato rental e staging è tra i più importanti per Panasonic. La strategia per tutto il 2015 sarà quella di rafforzare ulteriormente la nostra presenza in questo settore grazie ad un’offerta sempre più ampia e soluzioni ad hoc. Il nuovo anno non può che iniziare nel migliore dei modi, già a partire dalla nostra partecipazione a ISE 2015 dove presenteremo nuove soluzioni e tecnologie innovative in grado di soddisfare ogni tipo di richiesta».

Daniela Karakaci, Junior Product Manager di Panasonic Visual System Solutions