Emozionare: è questo il compito dello showroom di Nuss Life, progettato per dimostrare i vantaggi reali dell’A/V multiroom integrato al controllo di luci, riscaldamento, raffrescamento e di energia autoprodotta.

Volume: SIAV_02_13 – Pagine: da 78 a 85

Ci sono concetti che non si possono esprimere a parole, tantomeno con la carta o attraverso le immagini. Per intenderci: brochure, fotografie e filmati. È necessario partecipare quindi e, come si dice in gergo, toccare con mano.
L’emozione generata da un impianto tecnologico non può essere raccontata: bisogna viverla in prima persona. Per questo motivo nel mondo Audio/Video e Controlli lo showroom appartiene alla categoria degli ‘strumenti indispensabili’. Lo sanno bene coloro che presidiano il mercato da anni: si tratta di un concetto valido universalmente, nei vari paesi del mondo. Nuss Life, con il suo showroom, ha fatto le cose per bene: è situata nel complesso residenziale ‘Villaggio del Futuro’, realizzato da Andreoli Costruzioni di Bergamo e costruito secondo i dettami dello standard CasaClima; il cuore del sistema proviene da Savant con il sistema operativo di Apple OSX, conosciuto per l’interfaccia utente intuitiva; i diffusori sono di Wisdom Audio e la gestione delle luci è firmata Lutron. Scopriremo gli altri componenti nel corso di questo articolo.


Parametri da CasaClima

L’edificio che ospita lo showroom di Nuss Life è situato a Bergamo, in una zona residenziale non distante dal centro ma al riparo del traffico, in una zona verde. È stato progettato nel rispetto delle nuove norme a emissione quasi zero, che verranno rese obbligatorie entro il 2020. Una visione di prospettiva che guarda al futuro rispetto a ciò che quotidianamente viene costruito. Al protocollo Cened, utilizzato in Lombardia per realizzare gli edifici in Classe A, è stato aggiunto CasaClima, un sistema di certificazione ancora più esaustivo, con parametri più restringenti riguardo la verifica e il controllo dei lavori svolti in cantiere, durante le varie fasi. Tanto per rendere l’idea, il valore del consumo energetico è pari a 15 kW al mq, un dato molto vicino a quello della casa passiva. Questo valore acquisisce ancora più importanza perché è un dato verificato in cantiere e certificato da CasaClima. Le verifiche sono numerose e vengono realizzate durante l’avanzamento dei lavori, con un test finale di tenuta all’aria e di camera termografica.

L’immediata comprensione della grafica è dovuta al sistema operativo OSX di Apple. La semplicità di programmazione, un altro importante punto di forza, avvantaggia il lavoro dei system integrator

Il cuore dell’impianto

I prodotti installati

Nuss Life ha scelto Savant, uno dei brand che la società di Bergamo ha in portafoglio per la distribuzione sul territorio italiano. Savant si basa sul sistema operativo Apple OSX, una garanzia in più di semplicità a tutto vantaggio sia dell’utente finale che dell’integratore per l’immediatezza della programmazione. Ad esempio, vi sono grafiche di base che non necessitano di alcun intervento per la scrittura del software; e non si tratta di layout semplici, con un numero limitato di effetti grafici, tutt’altro. Nella maggior parte dei casi, se è necessario un intervento, lo si risolve scrivendo poche righe di codice, proprio come ha fatto Nuss Life con la sua grafica OSD. Ci sono esempi in questo articolo che potranno rendere meglio l’idea. Il sistema Savant pone al centro della gestione l’Host HST 4501 (che è un Mac Mini), il quale si collega ad una matrice AV, via ethernet. Nello specifico della nostra case history si tratta della matrice Savant SSP1200. L’uscita HDMI dell’Host si collega ad un ingresso HDMI host della matrice, in modo che possa gestire anche i contenuti iTunes del Mac. La funzione aggiuntiva, non indifferente, prevede la gestione di 4 streaming audio indipendenti di iTunes; in poche parole un media-server integrato ad hoc. Nel sistema è previsto anche un server VoIP per le comunicazioni telefoniche verso il mondo esterno e la distribuzione intercomunicante tra i device Apple presenti nella showroom che comunicano tra loro attraverso la rete wireless Cisco, composta da un Controller e due Access Point per evitare le fastidiose perdite del segnale quando ci si sposta tra gli ambienti. La termoregolazione è gestita dal sistema Konnex attraverso l’ausilio di termostati KNX disposti nei tre locali principali per la gestione del pavimento radiante, con aggiunta del controllo del sistema di ricambio dell’aria.
Per la sicurezza è stato scelto il sistema Paradox con contatti magnetici sui serramenti, rivelatori IR interni e sistema esterno a spira invisibile; il controllo accessi avviene attraverso l’interfaccia Eckey per i dispositivi bluetooth, direttamente integrata in Paradox tramite protocollo Wiegand.
La videosorveglianza esterna e interna avviene tramite telecamere IP della nota Mobotix.


L’ambiente

Lo showroom si sviluppa su una superficie di 60 mq: come si vede dalla piantina, all’ingresso abbiamo la zona cucina con la penisola, quindi la zona living, quindi la sala Home Cinema e il bagno, oltre al giardino dove vengono dimostrate applicazioni outdoor. Questo showroom rappresenta la piccola parte di un grande sistema: offre la visione globale di ciò che si può ottenere da un impianto. È stato sviluppato all’interno di un bilocale, ma le soluzioni implementate possono essere estese e sviluppate su un’abitazione di qualsiasi metratura perché contiene le configurazioni che soddisfano varie tipologie di utilizzo, per dimostrare al cliente le potenzialità dei sistemi in funzione. La cablatura è stata effettuata utilizzando sia il cavo di cablaggio strutturato (Cat 5e e Cat 6e) che la fibra ottica. Le zone video sala Home Cinema e Soggiorno sono distribuite con cablaggio a fibra ottica, con extender Savant Systems; il mirror Agath customizzato nello specchio del lavabo del bagno è direttamente cablato con un cavo HDMI, data la distanza inferiore ai 10 mt. Nel caso dei cavi Cat, è stato implementato lo standard HDBaseT. L’utilizzo della fibra consente di dimostrare l’affidabilità di un mezzo trasmissivo che si utilizza in grandi residenze.

Multi-Room Audio e Video

Il cuore del sistema è senza dubbio la matrice Savant SSP-1200-00, assemblata ad hoc con schede IN e OUT per amministrare tutti i flussi audio e video necessari, integrando di default il controller a 8 porte seriali, 6 porte IR, relè e 7 porte GPIO. E’ possibile servire fino a 24 zone video 1080p, con Deep Color e supporto 3D, e fino a 48 zone audio oppure 6 multicanale (7.1). I moduli video sono cablati in fibra ottica, con l’extender utilizzato per distribuire video e IR nella sala Home Cinema. Il controllo avviene tutto via Lan, anche per i dispositivi Lutron: non vi sono così interfacce fisiche, a tutto vantaggio della semplicità di’installazione e dell’affidabilità. Le sorgenti AV utilizzate per la distribuzione dei contenuti sulle varie zone sono: My Sky HD; iPod con Dock per la gestione contenuti audio e video di Savant; Apple TV, Media Server Mozaex e radio analogica e digitale.
L’audio è suddiviso in ben 7 zone:
– Sala Home Cinema. Sistema Wisdom Audio serie Sage 5.1 da incasso nelle pareti in cartongesso;
– Soggiorno. Sistema Wisdom Audio serie Insight 2.1 nel controsoffitto in cartongesso;
– Cucina. Sistema Wisdom Audio serie Insight 2.0 nel controsoffitto in cartongesso;
– Bagno. Zona doccia con speaker a scomparsa Clark Synthesis con installazione diretta sulla pietra in modalità 2.0; zona lavabo e TV con speaker Bay Audio a scomparsa nel controsoffitto e subwoofer a parete.
– Giardino esterno, fronte e retro. Sistema Clark Synthesis a scomparsa tramite trasduttori applicati su piattaforma esterna in legno marino.


La sala Home Cinema

L’host viene realizzato con un Mac Mini: in configurazione base può gestire fino a 4 ingressi audio indipendenti di iTunes e può servire fino a 4 zone audio, sempre in modo indipendente

È composta da un sistema audio a 5.1 canali. Il televisore è il plasma VT50 di Panasonic, il videoproiettore di SIM2 Multimedia, anch’esso a scomparsa nel soffitto, con un meccanismo di Future Automation. Il telo di proiezione microforato è prodotto dalla Screen Research, motorizzato con Lutron.
La coppia di diffusori stereo anteriori è formata da due Sage L75i, con driver PMD (Planar Magnetic Device) da 48” e da 4 woofer da 15 cm di diametro. Il canale centrale, invece, è un Sage C38i composto da un driver MTM PMD che integra due tweeter PMD da 5 cm, due midrange, sempre da 5 cm e 4 da woofer da 15 cm. I diffusori posteriori sono formati da due P2i della serie Insight. La zona cinema comprende anche il subwoofer S90i da incasso (le dimensioni sono 224×36 cm). È stato inserito in una nicchia della parete ma può essere posizionato anche a soffitto: un condotto sonoro dedicato distribuisce il suono nell’area più conveniente. Gli amplificatori Wisdom Audio si occupano di riprodurre la gamma medio-bassa, gli Acarus gestiscono le frequenze medio-alte. Ciò avviene solo per la gestione dei diffusori frontali della Serie Sage. Il controllo del sistema audio della sala cinema è ottimizzato dalla supervisione del controller audio Wisdom SC1 che permette la giusta calibratura in base alle diverse caratteristiche dell’ambiente.


La zona Living/Cucina

L’ambiente living/cucina. Due le zone multiroom: una 2.0 e l’altra 2.1. Sotto il piano di cottura è stato posizionato il subwoofer

Per rendere l’idea di come si possono mimetizzare i televisori a specchio, in una parete della zona living, rifinita in pietra, è stato incastonato un Mirror TV Agath da 32”, sotto una lama di luce a led, a finitura standard e a scomparsa. Quando è spento assume le sembianze di uno specchio blu.
In quest’area sono state installate due zone audio: una in configurazione 2.0 con due diffusori da incasso a soffitto Wisdom P2i e la seconda nell’area living, a supporto del televisore, del tipo 2.1. Anche in questo caso i diffusori sono Wisdom P2i con il subwoofer inserito in una nicchia nel mobile sotto il piano di cottura. Il sub è a scomparsa: é visibile solo una piccola griglia. Tanto per dare un’idea, il peso complessivo di tutti i diffusori presenti nella showroom di Nuss Life sfiora i 4 quintali.


La zona Bagno

Il televisore integrato nello specchio si mimetizza completamente con quest’ultimo quando non è in funzione. Durante la progettazione del sistema Audio/Video la sala da bagno è stata considerata al pari degli altri ambienti, per sottolineare la sua vivibilità.

È stata considerata con pari dignità rispetto agli altri ambienti dello showroom: in effetti, ci troviamo di fronte ad un locale ampio, con una cabina doccia di grandi dimensioni; un ambiente, quindi piuttosto vivibile. Sono così presenti i due diffusori a scomparsa Bay Audio, a filo muro, con il subwoofer dedicato e un televisore a scomparsa nello specchio. Nella cabina doccia, invece, sono stati installati i diffusori Clark Synthesis. Un brand leader negli USA: sono i fornitori ufficiali delle piscine dove si pratica il nuoto sincronizzato.


I device di controllo

Il sistema di Savant gestisce anche i carichi elettrici e la produzione di energia. Dialoga via ethernet con il sistema centrale e consente l’utilizzo delle pinze amperometriche

Savant utilizza i device Apple, quindi iPad, iPhone e iPod touch come dispositivi di comando per l’intero sistema. Nello showroom di Nuss Life sono state previste anche postazioni fisse che integrano un iPod touch, per gestire le opzioni sia dell’impianto AV multiroom che il controllo di luci, riscaldamento, raffreddamento, controllo degli accessi, videosorveglianza e così via. Il numero e la tipologia dei device iOS può così variare secondo le esigenze del committente. Inoltre, nello showroom è presente il telecomando retroilluminato di Savant SSW1000 che integra un iPod oltre alla tastiera tradizionale, con la sua base da tavolo dotata di caricatore delle batterie.


La gestione dei carichi elettrici

L’integrazione dei sistemi nella showroom Nuss Life convolge anche la videosorveglianza. La visione degli ambienti ripresi dalle telecamere di controllo si compie con diverse modalità

Il sistema di Savant si fa carico anche della gestione dei carichi elettrici. Un accessorio disponibile da poco tempo: dialoga via ethernet con il sistema e consente il collegamento delle pinze amperometriche: ogni pinza rappresenta una zona di carico; è così possibile gestire i consumi, attivare eventuali automatismi, distribuire il carico in funzione dell’energia disponibile. Oltre al completo impianto Antincendio e Videosorveglianza, lo showroom di Nuss Life è dotata di un controllo degli accessi; ad esempio, la serratura della porta d’ingresso può essere controllata in Bluetooth da un iPhone.


L’illuminazione

Il sistema Audio/Video, integrato con l’illuminazione, il raffrescamento/riscaldamento, ecc. viene gestito da device iOS come iPad, iPhone e iPod touch. Il cablaggio AV della sala Home Cinema è stato realizzato in fibra ottica

Il controllo del lighting, gestito da Lutron con il sistema Homeworks QS è stato integrato in Savant per una facile gestione locale e remota. Partendo dall’analisi delle situazioni quotidiane nell’ambiente domestico sono stati sviluppati scenari luminosi capaci di soddisfare specifiche esigenze; lo studio strategico delle luci, intese sia come corpi illuminanti sia come sorgenti luminose, è stato svolto tenendo conto la possibilità di fare ‘regia’, per creare un ambiente su misura dove il fruitore è protagonista. Ecco le linee guida che hanno caratterizzato il progetto:
– tendenza a privilegiare corpi illuminanti a scomparsa o in ogni caso di forma essenziale, per evidenziare l’effetto luminoso, non il corpo illuminante in se stesso. La luce deve creare atmosfera, essere essa stessa
elemento d’arredo;
– tutte le sorgenti luminose sono dimmerabili, per favorire cambiamenti di scenario graduali e certamente più gradevoli;
– prevalenza di sorgenti a basso consumo, ad eccezione degli elementi decorativi, comunque dimmerabili;
– tutti gli apparecchi sono integrati nel sistema di controllo, in modo da poter essere associati anche a scenari
di tipo audio/video;
– luci su più livelli, per realizzare una gamma di effetti luminosi differenziati.
Il soggiorno e l’ambiente Home Cinema rispondono principalmente al maggior numero di attività legate al relax. La luce crea atmosfere diverse per momenti diversi della giornata, risponde ai bisogni funzionali e valorizza gli elementi di interesse. In particolare, in questo caso si ha una forte componente tecnologica, in termini di strumentazione audio e video, pertanto lo scopo primario è per lo più ludico. L’illuminazione è molto discreta per agevolare il comfort visivo, mai contrastata per evitare spiacevoli riflessi sullo schermo. Al contrario il supporto audio necessita di una luce morbida e rilassante, che all’occorrenza aumenti d’intensità, nel caso, ad esempio, di uno scenario ‘party’. Per venire incontro a queste esigenze si è pensato di dare luminosità alla stanza attraverso un taglio di luce a tutta lunghezza, con una luce led lineare nascosta al suo interno, che illumini in modo radente tutta la parete lunga di fronte all’ingresso della stanza.


Il Villaggio del Futuro


Come abbiamo detto in apertura il consumo energetico di questo complesso residenziale è pari a 15 kW al mq. Questo valore è stato raggiunto utilizzando un cappotto esterno di 15 cm, un muro porizzato di 20 cm e una controparete interna in materiale leggero: il tutto assomma a 45 cm, di cui la parte termica rappresenta più della metà dello spessore. Non abbiamo più la classica parete in muratura con mattoni e intonaco. Gli elettricisti devono svolgere un lavoro più impegnativo perché devono bloccare tutti i tubi corrugati. Per mantenere il livello di efficienza gioca un ruolo fondamentale la tenuta all’aria dell’edificio. Il sistema di ventilazione automatica dell’aria, in dotazione a questi appartamenti, potrebbe andare in crisi nel caso l’aria passasse attraverso altre fessure oltre ai condotti dell’impianto. Durante la costruzione, bisogna quindi garantire una tenuta all’aria adeguata, curando i particolari: le giunzioni sono tutte sigillate, i falsi telai interni sono tutti nastrati, ciascun foro praticato durante l’installazione degli impianti viene dotato di una guarnizione a tenuta d’aria. Anche le uscite dei tubi sono isolate per la tenuta all’aria. Tutti gli impianti sono cablati nelle pareti: nulla passa sotto il pavimento. L’isolamento acustico è garantito anche dalla controparete, è una struttura completamente sconnessa dalla struttura principale, la presenza di un filtro funge da ammortizzatore. I vantaggi, oltre che acustici sono anche sismici: oltre alla tenuta della struttura principale anche quella interna, in caso di evento sismico, evita il distacco di componenti interne pesanti che potrebbero ferire le persone. Questa struttura è molto più elastica e leggera rispetto ad una tradizionale formata da intonaco e forati: ciò che può staccarsi, quindi risulta molto più leggero. Lo showroom è dotato di pompa di calore ad aria, riscaldamento a soffitto, sistema di autoventilazione capace di controllare anche il tasso di umidità. L’impianto fotovoltaico è presente sia nelle parti comuni che di proprietà e alimenta anche le pompe di calore ad aria.