Continua il percorso di Sistemi Integrati attraverso le realtà che hanno scelto i videoproiettori Casio come dispositivi di proiezione per i propri ambienti. Anche in questa circostanza, da nord a sud, abbiamo varcato la soglia di due strutture che, per esigenze diverse, si sono affidati ai dispositivi a tecnologia ibrida prodotti da Casio: l’Università di Padova e il parco di divertimento Etnaland, alle porte di Catania.

Volume: SIAV_02_14 – Pagine: da 120 a 121

In questa circostanza è stata la società RC Sistemi Audio Visivi ad occuparsi di diverse installazioni all’interno dell’università. E ad illustrarci i lavori eseguiti e i prodotti utilizzati e` stata Francesca Centazzo, Responsabile Marketing della società. “Operiamo con l’Università di Padova da lungo tempo e negli anni si è creato un forte sodalizio con questo ateneo – ci dice subito Francesca. Rimanere a stretto contatto con una realtà come questa ci ha permesso di vedere come si è evoluto il concetto di tecnologia all’interno delle scuole, e più in generale nel mondo educational. Per quanto ci riguarda, non perdiamo occasione di suggerire l’utilizzo di tecnologia d’avanguardia: offre maggiore dinamicità alle lezioni e le rende più interessanti. Così come lo è stato con i videoproiettori Casio, un prodotto efficiente che oltretutto favorisce un risparmio energetico e abbatte decisamente i costi di manutenzione. Abbiamo promosso sin dall’inizio questo tipo di dispositivi a tecnologia ibrida, il vantaggio è talmente evidente da non poter ignorare efficienza e risparmio in un unico prodotto. Si tratta di un investimento iniziale che porta benefici per un tempo molto lungo e non crea i fastidi tipici di un dispositivo che richiede il cambio lampada piuttosto che lo spegnimento a motore freddo, ecc.”.


Aula Corsi: 33 proiettori Casio

Per l’Università di Padova, sono diversi i proiettori Casio già installati e sono previsti dei lavori di ammodernamento di alcune aule che vedranno coinvolti dei modelli di ultima generazione. Nello specifico, dal 2010, su un numero di oltre 160 dispositivi Casio installati, l’80% ha interessato questo Ateneo. Nella sola Aula Audia (Aula Didattica Interdisciplinare di Ateneo), dove si tengono i corsi di formazione di tutto il personale dell’Università di Padova, pertanto molto frequentata, sono 33 i videoproiettori impiegati. Sono dispositivi molto apprezzati, basti pensare che da poco ci è stato assegnato l’incarico per l’installazione di nuovi videoproiettori nel nuovo dipartimento di biomedicina di Padova, e per iniziare abbiamo già installato 27 videoproiettori Casio. Inoltre, in due aule del nuovo dipartimento di Ingegneria Industriale, che sarà inaugurato il 25 settembre 2014, saranno installati due dei nuovi XJ-UT310WN, ad ottica ultracorta. Un’installazione che rappresenta una sorta di test prima di dare spazio a nuove installazioni con prodotti dello stesso tipo da effettuare in altre aule dell’Università”.

Università degli studi di Padova

I vantaggi di un videoproiettore Casio

Il vantaggio della tecnologia laser & led è oramai evidente al cliente – conclude Francesca Centazzo. Siamo noi stessi a spiegare che l’installazione di dispositivi di questo genere va a totale beneficio di chi decide di farne uso. Viene rimosso dalle voci dei costi di manutenzione l’intervento dell’operatore, la spesa della lampada di ricambio, il tempio e il disagio creato per il disservizio momentaneo del videoproiettore. Per quanto ci riguarda, i nostri clienti che hanno ordinato l’installazione di questi prodotti hanno capito subito questa differenza


Etnaland – Catania

Dal Veneto alla Sicilia, ci spostiamo a sud di quasi 1.300 km, per entrare in uno dei parchi divertimento più grandi del meridione. In questo caso ci troviamo a Belpasso, una cittadina non molto distante da Catania e ad aprirci le porta di Etnaland è stato proprio il suo Direttore Generale, nonché fondatore della struttura, Francesco Russello: “Riuscire a creare delle immagini dell’intensità giusta a seconda della percentuale di luce circostante non è un’operazione così scontata. Per tale ragione, abbiamo deciso di installare i dispositivi Casio, proprio per la qualità della proiezione e per la possibilità di regolare l’intensità luminosa senza incombere in immagini scadenti. Oltretutto, godono di un’alta affidabilità e consentono di proiettare per oltre 10 ore al giorno senza accusare alcuna criticità. È ovvio che se in una realtà come la nostra, se uno solo dei dispositivi impiegati dovesse fallire nel compito affidatogli, ci ritroveremmo con un gioco che lascerebbe un po’ delusi gli spettatori con conseguenze poco piacevoli per la struttura”.


Installazione all’interno di un’attrazione

“Nel nostro caso specifico abbiamo deciso di installare i videoproiettori Casio all’interno di una Dark Ride interattiva. Un percorso con cambi repentini di luminosità, all’interno del quale l’effetto sorpresa, determinato dalle proiezioni, rappresenta la parte cruciale di tutta l’attrazione. Il percorso si chiama The School, la vecchia scuola della miniera, e ospita bizzarre presenze. Si racconta che all’interno abitano, intrappolati nel buio degli angusti corridoi, i simpatici spiriti di alcuni anziani professori e di una bidella. Viene proposto ai partecipanti di affrontare l’angoscia degli esami, un po’ come tornare sui banchi di scuola e ripercorrere la serie di esami come quelli sostenuti ai tempi della maturità, rispondendo a diverse domande. E per ogni errore, all’improvviso, appaiono i fantasmi rappresentati da insegnanti, nonché dalla bidella, onnipresente. Il pubblico, pertanto, deve interagire con quello che vede, con quello che legge, con le domande che ascolta”.


Videoproiettori stabili e duraturi

“Viste le condizioni e il luogo di utilizzo, la scelta di Casio non è affatto casuale – ci confida Francesco Russello. Solo all’interno della dark Ride, ne sono stati installati tre. Sono prodotti che garantiscono stabilità a tutta l’attrazione, che non hanno bisogno di manutenzione e garantiscono immagini di qualità anche in condizioni estreme di alto tasso umidità o temperature elevate. Inoltre, in un ambiente nel quale i videoproiettori sono accesi per un periodo molto lungo, non doversi preoccupare di attenderne il raffreddamento per spegnerli è una vantaggio notevole”.