Rivista

Prodotti

EXITV distribuisce Breti: attive e passive, anche omnidirezionali

EXITV

EXITV distribuisce Breti: attive e passive, anche omnidirezionali

La gamma, brevettata, è composta da 6 modelli, passivi oppure con amplificatore integrato da 18 dB, telealimentato a 5 Vc.c. Ciascuna tipologia, attiva o passiva, offre modelli onmidirezionali in banda III+UHF e UHF, formati da un cilindro lungo 35 o 40 cm, con diametro di 5 cm. Nei modelli direzionali, invece, al cilindro è stato aggiunto un array di elementi per incrementare il guadagno e limitare l’angolo di apertura a 180°. I modelli passivi, omnidirezionali, devono essere utilizzati nelle zone dove il segnale è particolarmente forte e non richiede antenne direttive, aspetto quest’ultimo che riguarda anche i modelli direzionali. Fra le altre particolarità che contraddistinguono questi 1, il design lineare, la facilità d’installazione e la disponibilità in diversi colori: dal bianco, grigio e marrone ai sette colori RAL, codice 9010, 1018, 2003, 5024, 4001, 3414 e 3020....


Zamel exta free: domotica semplificata

ELCART

Zamel exta free: domotica semplificata

Una gamma di prodotti pensati per aggiungere all’impianto elettrico esistente il comando wireless di punti luce...


Attivi e passivi, serie 6000

ELINT IARE

Attivi e passivi, serie 6000

Consentono di miscelare i segnali provenienti da due antenne UHF evitando interferenze su alcune frequenze. ...


LexCom Home: il kit Essential

Schneider Electric

LexCom Home: il kit Essential

È stato pensato per l’installatore che chiede un QDSA completo di tutti gli accessori, conveniente e facile da montare. ...



APPROFONDIRE

L’efficienza luminosa nei sistemi 3D

Il metodo più utilizzato nei sistemi video e nei display, in grado di offrire una visione tridimensionale della realtà riprodotta, è la stereoscopia. Ciò avviene attraverso la migliore percezione della profondità indotta dalla visione binoculare. Per realizzare questa sensazione, gli occhi devono essere raggiunti da due immagini diverse che rispecchino il diverso angolo di visione dell’oggetto inquadrato.
L’avvento dei sistemi di proiezione stereoscopica sul mercato Home Theater ha determinato grande interesse per la possibilità, finalmente concreta, di rivivere in ambito domestico l’esperienza entusiasmante, determinata dalla rivoluzione del cinema 3D.
Una svolta epocale vera e propria, della quale hanno finalmente beneficiato le sale cinematografiche, resa possibile sia dal notevole sviluppo delle tecniche di ripresa stereoscopiche che dall’avvento dei sistemi di proiezione digitale e delle tecniche di visualizzazione stereoscopica connesse. Tale sviluppo, possiamo dirlo, è finalmente giunto a maturazione e il risultato oggi è pienamente godibile, almeno in sala cinematografica. Non si può ancora affermare la stessa cosa per l’ambito domestico dove, nonostante i grandi progressi tecnologici, sia in ambito distributivo del segnale stereoscopico che in ambito degli schermi piatti, la resa finale e il coinvolgimento spaziale dello spettatore sono affetti da alcune problematiche, prima fra tutte le ridotte dimensioni dello schermo.
In quest’ambito la proiezione continua a godere di un vantaggio e di un appeal non trascurabile, specialmente per chi vuole fare della visione di film e video un esperienza coinvolgente e pretenda una riproduzione fedele dei contenuti.
...


La predisposizione diventa Legge

La predisposizione diventa Legge

La legge 164/2014, di conversione del DL noto come Sblocca Italia, introduce significative novità per la predisposizione negli edifici degli impianti di...


BENESSERE & SALUTE