Tutti i modelli della serie 8400 si sono evoluti con l’adozione della funzione hardware Power Detector, integrata nel circuito elettronico.

Volume: SITV_02_17 – Pagine: da 81 a 81

Una funzione utile all’installatore per capire quando il centralino intermodula, lavorando in saturazione. La segnalazione avviene attraverso il cambio di colore del LED, che da verde diventa rosso. 
Sono diversi i casi che determinano l’intermodulazione, dal più semplice causato da un guadagno troppo elevato alle interferenze generate da altri ripetitori in radiofrequenza (ad esempio, una stazione radio base LTE).

Fino a 40 dB di guadagno

È composta da 8 modelli, da 1 a 4 ingressi. 
È stata progettata per la distribuzione dei segnali TV nei piccoli condomini o nelle villette, con un elevato numero di prese di utente. 
Le dimensioni compatte, pari a 185x120x50 mm, la rendono adatta anche quando i vani tecnici disponibili sono ridotti. 
Sono alimentati a 230 Vc.a. e in tutti i modelli è presente la protezione contro i cortocircuiti accidentali, con fusibile autoripristinante. Offrono la telealimentazione automatica a 12 Vc.c. per un massimo di 100 mA. 
Il massimo livello d’uscita è pari a 116 dBµV per la banda VHF e 119 dBµV per quella UHF. 
Il guadagno massimo, a seconda della banda, varia da 21 a 40 dB. Di ogni ingresso è possibile regolare l’attenuazione di 20 dB, effettuata da potenziometri multigiri a impedenza costate: un vantaggio indubbio che mantiene lineare il segnale e non introduce distorsioni.


Contenitore schermato

I modelli 8491, 8497 e 8498 hanno il contenitore in metallo capace di garantire una schermatura maggiore di 70 dB. Il filtro LTE integrato, per tutti i modelli, è disinseribile; l’installatore può così gestire al meglio le differenti situazioni, evitando di ritrovarsi nell’impianto più filtri LTE in cascata, che peggiorano la qualità anziché ridurre le interferenze.