Sempre pronto all’uso e applicabile facilmente su diverse superfici. Una soluzione innovativa, concepita da Screenline che sostituisce le LIM e le lavagne bianche. Un prodotto facile da maneggiare, economico e applicabile velocemente.

Volume: SIAV_02_14 – Pagine: da 134 a 135

Individuare una qualsiasi superficie e pensare di installarci sopra uno schermo da utilizzare a mo’ di lavagna magnetica o in maniera interattiva al pari di una lavagna multimediale, è un pensiero che spesso rievoca costi, tempi d’installazione lunghi e soluzioni da concepire come stabili per diversi anni. Tutti fattori che hanno spinto Screenline a progettare un prodotto più snello e allo stesso tempo molto efficace, che possa sostituire senza rimpianti sia le LIM che le lavagne bianche. Ne è nato ScreenApp, uno schermo autoadesivo destinato a racchiudere in un’unica soluzione tre potenziali impieghi: quello di lavagna bianca, sulla quale poter scrivere sia con i pennarelli a secco che con quelli indelebili; piano di proiezione per videoproiettori interattivi con superficie goffrata anti riflesso ad elevato coefficiente di scorrimento; superficie di proiezione con elevati angoli visivi e basso effetto hot spot.


Applicabile su qualsiasi superficie

La parte retrostante spumosa consente una rapida aderenza e il posizionamento su vari tipi di superficie come intonaco, legno, compositi, laminati, pvc, vetro, ecc.

ScreenApp è 3 in uno, dunque, uno schermo autoadesivo che si incolla direttamente alla parete e si presta ad essere installato in molteplici situazioni. È disponibile in tre dimensioni, da 77, 84 e 91 pollici, e la sua straordinaria applicabilità su qualsiasi superficie gli consente, tra l’altro, di essere installato in poche mosse con un significativo risparmio di tempo. Lo schermo è costituito da un foglio semirigido dello spessore di soli 2 mm e si applica sullo spazio di utilizzo in pochi secondi grazie alla particolare superficie posteriore autoadesiva. Una caratteristica unica, dovuta colla applicata per punti, che ne consente più volte rimozione e riposizionamento, in modo immediato e ripetutamente. Screenline lo ha concepito ispirandosi al tappetino del mouse, perché rigido e piatto nella parte d’utilizzo, morbido e spumoso in quella retrostante d’appoggio che ne agevola una rapida aderenza. ScreenApp è composto da una superficie in polipropilene, per una miglior qualità di proiezione, ed è stato progettato per essere installato su vari tipi di superficie come, ad esempio, intonaco, legno, compositi, laminati, pvc, vetro o, addirittura, vecchie lavagne.

ScreenApp e facile da installare e può farlo chiunque. Può essere rimosso e riposizionato più volte rapidamente.

Compatibile con ogni tipo di pennarello

Lo schermo può essere utilizzato come piano di proiezione per videoproiettori interattivi oppure lavagna bianca, su cui scrivere con pennarelli a secco o indelebili.

Anche se la superficie di applicazione non è completamente levigata, la parte posteriore di Screen-App è in grado di assorbirne tutte le irregolarità, mantenendo la superficie di proiezione perfettamente liscia ed uniforme. Una condizione fondamentale soprattutto per la modalità touch screen, che verrà adottata dalla nuova generazione di proiettori. La pellicola anteriore della quale è ricoperto Screen-App è lavabile e consente l’uso sia dei pennarelli a secco che di quelli indelebili, il cui inchiostro è cancellabile anche con un normale panno umido imbevuto di detergente.


Riduzione dei costi e manutenzione minima

ScreenApp è stato progettato con l’uso di tecnologia bubble free che permette una facile espulsione dell’aria annullando la creazione di bolle e lasciando la superficie perfettamente liscia.

Chiunque può decidere di maneggiare ScreenApp e la sua flessibilità d’installazione si riassume in vantaggi tangibili per tecnici, enti preposti all’acquisto e fruitori stessi. Da una parte l’installatore si vede semplificata la messa in opera dello schermo che in poche mosse, e nell’ordine di qualche minuto, può essere montato, smontato e rimontato più volte senza danneggiamenti e senza fatica; dall’altra l’ente o la scuola proprietari di ScreenApp godranno delle caratteristiche di lunga durata e resistenza dello schermo. Basteranno delle piccole accortezze e una minima manutenzione per garantire l’utilizzo dello schermo per anni, senza il riscontro di alcun problema e, anche dopo mesi di uso intensivo, potrà essere rimosso e riutilizzato altrove. Infine, sono notevoli i vantaggi per chi ne fa uso, insegnante o relatore che sia, il quale ne apprezzerà le caratteristiche ottiche in proiezione e la ottimale qualità di scrittura. Senza preoccuparsi del tipo di pennarello in uso.


Ampio angolo visivo

Sono diversi i contesti nei quali è utilizzabile lo schermo Screen-App: dalle aule didattiche alle sale riunioni, dagli auditori alle classi di formazione, nonché scuole guida, piccoli musei, ecc. Grazie ad un angolo di visione di 150° orizzontale e 90° verticale, consente un ampio raggio visivo.


Niente più bolle

Screen-App è garantito per una lunga durata perché lo schermo può essere riposizionato tantissime volte da chiunque. Infatti, la presenza della tecnologia bubble free permette una facile espulsione dell’aria annullando la creazione di bolle. Pertanto, in caso di errata installazione, Screen-App può essere rimosso e riposizionato correttamente in modo pressoché immediato; un’operazione agevolata anche dal peso contenuto, pari a soli 1420 gr/mq.


I punti di forza

– Posizionamento su vari tipi di superficie
– Tripla modalità d’utilizzo
– Compatibilità con pennarelli a secco e con pennarelli indelebili
– Rapidità d’installazione
– Angolo di visione: 150° orizzontale, 90° verticale
– Guadagno: 1,2
– Spessore: 2 millimetri
– Peso: 1420 gr/mq