Scaler sofisticato di qualità Digital Cinema, correzione dei colori su 6 assi, TCO ridotto ai minimi termini e posizionamento libero. Il processing dei segnali avviene alla risoluzione 4K.

Volume: SIAV_02_16 – Pagine: da 117 a 117

La gamma dei proiettori PX identifica una serie di modelli di livello Professional Extreme: il modello flagship di questa serie è proprio il PX803UL. Disponibile da marzo 2016, questo modello utilizza la tecnologia DLP single-chip e un corpo illuminante laser blu che garantisce una luminosità di 8mila lumen. Il TCP è stato particolarmente contenuto: non sono previsti né cambi lampada tantomeno cambi filtro; l’engine ottico è completamente sigillato e resistente alla polvere e allo sporco, il consumo complessivo è di soli 850W ed è possibile regolare il livello della luminosità dal 20 al 100%. Tutto ciò rende il livello di light output più costante nel tempo.


Scaler Digital Cinema


Il pannello dedicato ai connettori comprende lo slot dedicato agli OPS.

La qualità delle immagini è stata particolarmente curata: lo scaler (chip NV1301) è lo stesso utilizzato nei proiettori NEC dedicati alle Sale Cinema, integra le funzioni di de-interlaccio, scaling, supporto 4K e riduzione del rumore. Grazie al supporto 4K, il processing delle immagini avviene a quella risoluzione, con campionamento a 10 bit e correzione del gamma a 12 bit. Contribuiscono all’elevata qualità finale anche la funzione Sweetvision brevettata da NEC per migliorare la nitidezza e il rapporto di contrasto nativo pari a 10.000:1.


Installazione


La gamma di ottiche disponibili comprende anche un UST con focale 0,38:1.

Questo modello integra i codici di controllo dei proiettori Panasonic, Sanyo e Epson per rendere più veloce la loro sostituzione, evitando la riprogrammazione. 
La possibilità di posizionarlo inclinato su qualsiasi angolo (landscape e portrait), di effettuare proiezioni in staking e blending (auto-camera) e di utilizzare schermi curvilinei intervenendo sul controllo geometrico dell’immagine con il software NEC GCT rendono più semplice il lavoro dell’integratore. 
Inoltre, il processing in UltraHD-4K consente proiezioni in edge blending alla risoluzione di 4096×2160/3840×2150 pixel. Infine, le funzioni Tiling (interfaccia 4K), PiP/PoP e la presenza dello slot OPS aggiungono valore e rendono disponibili interfacce a prova di futuro.