Evoluzione del modello PX803UL: con una luminosità da 10mila lumen diventa più attraente per il mercato rental. Tecnologia 1-Chip DLP e risoluzione WUXGA.

Volume: SIAV_03_17 – Pagine: da 90 a 91


La profonda evoluzione introdotta dai proiettori con corpo illuminante a laser, che sostituisce la lampada a incandescenza, non riguarda soltanto la maggiore convenienza economica relativa agli interventi di manutenzione: un proiettore laser può assumere posizioni libere nello spazio, quindi ruotato a piacere su entrambi gli assi, oltre ad essere collocato in luoghi scomodi da raggiungere perché non sarà necessario un cambio lampada frequente o la sostituzione del filtro dell’aria. 
Aspetti di non poco conto se consideriamo che l’economia degli spazi in ogni ambiente, dal corporate al museale, dal retail all’educational preferisce prodotti non invasivi per dimensioni e non vincolati a particolari posizioni.


Qualità su tutti i fronti


L’ottica ultracorta NP39ML: rapporto di tiro 0,38:1, f 2.0 focale 5,64 mm. Pesa 2,7 kg e misura 309×167,8×418,9 mm.

Il proiettore PX1004UL eredita le caratteristiche del modello PX803UL, offrendo una marcia in più, ossia una luminosità superiore del 25%, un dato significativo che assume ancor più valore per due motivi: 
– la possibilità di ridurre la luminosità, quando non è necessario utilizzarla tutta, preservando la vita utile del corpo laser accreditato di 20mila ore di funzionamento; 
– il 25% di luminosità in più è supportato da un circuito di raffreddamento supplementare a liquido che evita maggior rumorosità durante il funzionamento. 
A questo aggiungiamo altri elementi distintivi come la tecnologia DLP 1-Chip con risoluzione WUXGA (1920×1200 pixel), la possibilità di proiettare contenuti nativi in 4K ad alta una qualità grazie alla presenza di uno scaler d’eccellenza, l’NV1301, sviluppato per i proiettori NEC utilizzati nelle sale cinema commerciali. Infine, la dotazione dei software gratuiti, come Multi Screen Tool (Edge Blending and Stacking), per la correzione geometrica delle immagini proiettate da un massimo di 4 proiettori, oppure il NaViSet Administrator 2, per la gestione remota a basso costo dei dispositivi NEC collegati in rete.


Luminosità regolabile

Questo proiettore, così come tutti gli ultimi modelli di NEC, ha la possibilità di attivare due livelli di eco-mode, per adeguare la luminosità in contesti che lo permettono. Una funzione utile per creare condizioni di lavoro più favorevoli al proiettore, vantaggiosa anche nelle attività di rental perché consente di ridurre la rumorosità del proiettore in ambienti dove è necessario maggior silenzio. Come abbiamo già detto, inoltre, questa regolazione consente una vita media superiore della macchina.


Flessibilità per il noleggio


Il pannello comprende 3xHDMI (2IN e 1OUT), DisplayPort, PC IN e OUT e Video Component IN (5xBNC). La presa Lan è condivisa con HDBaseT.

Il modello da 8mila Ansi lumen (PX803UL) ha ottenuto un ottimo riscontro, anche nel mercato rental. Fra i numerosi vantaggi dell’illuminazione laser ricordiamo il fatto che in caso di spegnimenti improvvisi il corpo illuminante non subisce alcun danno, al contrario della lampada a incandescenza che quasi sempre si distrugge. Un vantaggio in più per il mercato rental dove gli improvvisi black out, anche involontari, possono manifestarsi con maggior frequenza. Con il PX1004UL (si tratta di un punto di forza) ci sono a disposizione 2mila lumen di luminosità in più: il rental acquisisce una maggior flessibilità di utilizzo, nel senso che può comunque installare il PX1004UL anche quando la luminosità necessaria è inferiore ai 10mila lumen, agendo sulla funzione ecomode e allungando il lifetime del prodotto. Un aspetto che accresce il valore residuo quando il noleggiatore decide di sostituire il parco macchine, rafforzato dalla presenza dell’estensione vantaggiosa della garanzia (da prevedere al momento dell’acquisto del prodotto) perché può vendere l’usato ad un prezzo più elevato.


Sale di controllo


Con la disponibilità dell’illuminazione laser i proiettori posso trovare un coerente utilizzo nell’allestimento delle Control Room dove è richiesto il funzionamento H24 e un’affidabilità totale. Se la configurazione prevede un proiettore gemello, che entra in funzione automaticamente quando viene rilevato un malfunzionamento del proiettore in uso, è possibile ottenere addirittura una continuità di funzionamento superiore a quella dei monitor. Infatti, i monitor in caso di guasto devono essere sostituiti per consentire al videowall la ripresa totale delle attività. 
NEC, per coordinare i contenuti da visualizzare in una Contro Room ha sviluppato l’applicazione Hiperwall, per gestire grandi quantità di informazioni con flessibilità, visualizzare contenuti rilevanti in tempo reale e in modo efficiente. L’operatore può zoomare e posizionare ogni contenuto come necessario, utilizzando la risoluzione massima a disposizione, mantenendo, allo stesso tempo, il pieno controllo su tutte le fonti di dati.


Le ottiche

Il parco ottiche compatibili con il PX1004UL è lo stesso della serie PX: comprende 8 obiettivi con rapporto di tiro da 0,76 a 8,3:1 oltre al modello NP39ML (da 0,38:1, f 2.0, focale 5,64 mm). Un’ottica a specchio con superficie più ampia rispetto alla media dei prodotti concorrenti, e una precisione ottica ai vertici della categoria delle ottiche ultracorte.


Slot OPS

Lo slot OPS di cui è dotato questo proiettore supporta la risoluzione UHD 4K oltre a tutte le periferiche OPS in commercio, sempre più numerose; un vantaggio in più per rendere più flessibili le configurazioni multi-proiezione.