Una gamma di router, access point, switcher e power controller preconfigurati, specifici per impianti dove la presenza di segnali Audio e Video è significativa.

Volume: SIAV_04_13 – Pagine: da 100 a 101

La gamma di prodotti della californiana Pakedge è stata progettata pensando all’integratore AVC, adeguata agli impianti dove la distribuzione dei contenuti Audio/Video è importante. Dall’impianto più semplice a quello più complesso, governato da un gateway con porte PoE al quale fanno capo diverse VLan: Access Point, Telefoni VoIP, Telecamere IP, Processori per gestire l’illuminazione e Controllori per l’automazione con i relativi touch panel, Reti cablate e wireless per Desktop/Laptop, il tutto con accesso a priorità variabile.


Semplici da configurare e gestire


L’Access Point in versione da rack e da esterno.

Uno dei problemi che affligge il custom installer è il dover affrontare la configurazione di una rete di networking che, come è noto, è stata progettata e sviluppata soprattutto per collegare fra loro computer. Nel momento in cui la rete comprende media server AV, controllo luci, telefoni IP e access point vari, anche con l’esigenza di accesso a priorità variabile, allora la configurazione richiede competenze particolari, poco diffuse fra gli installatori AV. Pakedge ha affrontato e risolto questa problematica realizzando controller di rete preconfigurati, che lasciano all’installatore la gestione di pochi parametri, il cui inserimento viene guidato dal sistema. Ciò semplifica non poco il lavoro e, soprattutto, garantisce un funzionamento certo e al riparo da errori, contrattempi e incomprensioni.


Il controller C36 può essere gestito in modalità iCloud, attraverso l’app dedicata BakPak.

Controller wireless C36


Soluzione d’impianto di rete integrato, che prevede fino a 24 Vlan.

È in grado di configurare fino a 30 Access Point da ogni device presente in rete; l’eventuale aggiunta di un nuovo Access Point viene rilevato e configurato automaticamente. L’interfaccia utente è chiara e immediata da consultare; ad esempio, aggrega e visualizza in una sola pagina i dati di tutti gli AP presenti in rete. L’accesso al report dei dati e alla manutenzione del network avviene integrando la app BakPak, disponibile per iOS e Android; ciò consente di poter gestire il tutto dovunque sia presente un accesso a internet, in modalità iCloud. Il controller C36 viene fornito completo di una suite di caratteristiche progettate specificatamente per il mondo AV, ideale per distribuire contenuti media nei mercati residenziali e professionali, oltre al mondo delle grandi imprese. Interviene sulla distribuzione dei contenuti AV assegnando priorità diverse, per evitare che un’eccessiva latenza possa generare un buffering elevato, riducendone l’efficacia. 
Infine, il controller C36 funge anche da potente unità di sicurezza a protezione della rete.


Access Point wireless, serie W7


La gamma di Access Point Pakedge comprende modelli da incasso nel soffitto.

Una gamma di Access Point dual band a 2,4 e 5 GHz (802.11n) per gestire 18 SSID (Service Set Identifier, ossia il nome di una rete Wi-Fi), comprese due reti ospiti disgiunte, per assicurare una maggior versatilità. Sono disponibili in tre versioni: montaggio a muro oppure da ripiano, outdoor (IP 67) e a rack. Tutti i modelli possono funzionare in modalità stand-alone oppure in accoppiata con il controller wireless C36. Ciascun modello è del tipo PoE, oltre ad essere alimentato a tensione di rete, e integra quattro antenne omnidirezionali da 4,5 dBi. Il cabinet è in alluminio per garantire un’elevata dissipazione del calore e protezione dalle interferenze. Importanti le tecnologie Smartwav, SectorMaxx e TruStream per massimizzare le prestazioni: la prima consente alle quattro antenne di ottimizzare l’ambiente circostante, sfruttando le riflessioni per dirigere il segnale verso i client evitando fonti interferenti che potrebbero rendere instabile il collegamento. SectorMaxx, invece, modula la potenza del segnale evitando eccessivi livelli dove non serve e riduce il rumore e le interferenze. Un mix di algoritmi software che consente, nei casi migliori, di triplicare la copertura. TruStream, invece, assicura un media streaming di qualità e una velocità di trasmissione adeguata. TruStream è stato progettato facendo riferimento a prestazioni QoS (Quality of Service): riconosce e attribuisce il traffico di rete a determinate categorie, una prestazione particolarmente importante per lo streaming di video, musica o VoIP dove le interferenze oppure un’elevata latenza possono generare fenomeni di buffering, ritardi o, addirittura, l’interruzione della riproduzione.


Gestione dei carichi di alimentazione

Sono disponibili moduli per gestire il controllo dei carichi, della temperatura e dell’umidità presenti in un rack. È possibile programmare l’accensione sequenziale delle apparecchiature, tramite una pagina web, accessibile anche con la app di iOS e Android. Per quanto riguarda gli switch, via app è addirittura possibile disattivare una singola porta dello switch, ad esempio durante il funzionamento notturno. Si tratta di un’operazione così semplice che può essere gestita direttamente dal cliente, senza intervenire sulla programmazione. Anche i router (sono di Fortinet), sono preconfigurati, con antivirus, controllo parentale e la possibilità di accedere ad aggiornamenti automatici. Gli switch da 8 a 24 porte, PoE con porte con potenza superiore (18 W anziché 15), Gigabit, configurabili e non, con porte posteriori per l’utilizzo su rack custom a vista, completano il quadro dei prodotti disponibili.