Tre nuovi modelli, con luminosità fino a 5.000 ANSI Lumen dotati di tecnologia integrata Brilliant Colour. La gamma offre il lens shift verticale, per una maggiore flessibilità d’installazione.

Volume: SIAV_04_12 – Pagine: da 140 a 141

Sono tre i modelli della nuova serie 700, tutti DLP a singolo chip: XD700U, WD720U e FD730U. Con lo stesso rapporto di contrasto di 3.000:1 questi videoproiettori si differenziano per luminosità, da 4.100 a 5.000 ANSI Lumen, dimensione del chip DMD (da 0,65 o 0,7 pollici) e risoluzione, che passa dall’XGA del modello XD700U alla WUXGA del videoproiettore FD730U, top di gamma e ultimo ad essere presentato sul mercato.
L’intera serie 700 garantisce immagini chiare e nitide, grazie alla presenza del Brilliant Colour, che consente di incrementare la luminosità di proiezione, rendendo i colori più vividi, indipendentemente dal contesto installativo, sia esso una grande sala riunioni o una piccola aula corsi. Progettati per essere 3D compatibili (escluso il modello FD730), predisposti quindi per la visione stereoscopica con occhiali attivi, i tre modelli della nuova serie 700 presentano diverse peculiarità che ne consentono un’installazione comoda e facilitano la gestione dei contenuti da proiettare.


Adattabilità d’installazione

Con l’obiettivo fornito di serie, la gamma 700 gestisce una dimensione dello schermo che va da 40 a 300 pollici.Per ovviare agli inconvenienti di un’installazione fissa, i tre modelli sono dotati di lens shift verticale, introdotto per consentire una maggiore flessibilità d’installazione.
Come si può vedere dalla foto del particolare nella pagina a fianco, è possibile agire manualmente sul dispositivo per centrare l’immagine proiettata. Ruotando nei due versi consentiti il pomello situato sulla parte superiore del videoproiettore, è possibile spostare in verticale l’ottica, consentendole di abbassarsi o alzarsi a seconda dell’esigenza di proiezione, senza dover quindi inclinare il proiettore. La percentuale varia a seconda del modello, da +7 a +12 verso l’alto, da 11 a 14 gradi verso il basso.

In linea con la Green Filosofy aziendale, questa serie utilizza un cabinet non verniciato che ne facilita lo smaltimento
Grazie al lens shift verticale, in poche mosse, è possibile spostare in verticale l’ottica agendo sul pomello situato nella parte superiore del videoproiettore

Controllo remoto e funzioni networking

Da sinistra, in alto l’uscita Audio con RCA e i due ingressi Audio con Jack da 3,5 mm. Seguono gli ingressi Video Composito con Audio stereo RCA e l’ingresso S-Video. Quindi la seriale per il controllo remoto e, appena sotto, l’uscita monitor (da utilizzarsi in coppia con l’Audio Out RCA. Gli ingressi Video Component sono due, oltre all’HDMI. Completano le prese le USB (versione A e B) e la presa Lan RJ-45

Tutti i videoproiettori della serie 700 possono essere configurati come terminali di una rete LAN (escluso il modello FD730).
Grazie al solo ausilio di tastiera e mouse, infatti, è possibile visualizzare qualsiasi file presente su un PC collegato in rete, da un’altra sala; una funzione, questa, estendibile fino a 4 computer contemporaneamente.
Il videoproiettore può selezionare direttamente le immagini di quattro PC e proiettarle sullo schermo, suddiviso in quattro, contemporaneamente. Inoltre, è possibile proiettare ognuna delle quattro immagini a tutto schermo, per poter interagire con il PC relativo.


Presentazioni con penna USB

Grazie al software in dotazione ‘PtG Converter’ e all’ingresso USB di cui sono dotati i videoproiettori della serie 700 (escluso il modello FD730), è possibile dar vita a presentazioni senza l’ausilio del PC.
Basta semplicemente memorizzare su una pen drive le immagini oppure i file ppt, inserirla nell’apposito ingresso USB e il software darà il via alle slideshow oppure alla presentazione da proiettare.


Le connessioni

Ai modelli della serie 700 è possibile collegare tutte le periferiche necessarie. Oltre agli ingressi video, Component via mini D-sub, S-Video e Composito, sono presenti le porte USB (di tipo A e B) e gli ingressi HDMI e LAN.Inoltre, è presente anche 1 uscita Video D-sub a 15 pin e 1 uscita audio. Infine, i due ingressi audio fanno capo agli speaker integrati da 10W, che rendono adeguati questi videoproiettori per presentazioni in sale conferenze, aule scolastiche, università, ecc.


Risparmio energetico e manutenzione

La lampada può raggiungere una durata pari a 5.000 ore di funzionamento, in low-mode. La modalità standby di cui sono dotati questi videoproiettori consente uno spegnimento automatico della lampada quando il videoproiettore non viene utilizzato per un periodo di tempo predeterminato. I modelli di questa serie sono particolarmente silenziosi; possono raggiungere, infatti, un livello massimo di rumorosità pari a 28dB.