La qualità delle immagini non è poi così scontata, anche nei monitor di grandi dimensioni particolarmente luminosi. Le emozioni del mondo fashion: ecco alcuni esempi di Michael Kors, Melluso e La Perla.

Volume: SIAV_02_15 – Pagine: da 12 a 13

Paese: Italia, USA, Cina, Germania, Francia
Cliente: Michael Kors, Melluso, La Perla
Partner: Omniavideo Srl
Hardware: Monitor Sharp PN-A601, PN-E802

I professionisti delle vetrine e gli interior design posseggono, da qualche anno, uno strumento d’arredo e di comunicazione commerciale in più; un punto luce che genera immagini, fa rivivere angoli a volte un po’ spenti, emoziona la clientela che visita il negozio oppure transita davanti alle sue vetrine: il Digital Signage. Chi ha l’occhio attento ai particolari che determinano la qualità, si sarà accorto che nelle vetrine oppure all’interno degli store ci sono monitor di varia qualità. Nel mondo del fashion, però, i monitor di Sharp raccolgono lusinghieri consensi: è un mondo attento alla fedeltà cromatica, alla qualità delle immagini, alla cura dei particolari e all’affidabilità del prodotto. Giorgio Bavelloni di Omniavideo ci racconta alcune delle installazioni di pregio realizzate nei flagship store di Michael Kors, Melluso e La Perla.


Grande formato, elevata luminosità

Il flagship store Michael Kors a Firenze.

«L’arma vincente di questi progetti – ci spiega Giorgio Bavelloni – sono stati i monitor di grande formato, soprattutto da vetrina ad alta luminosità, che piacciono particolarmente. Il catalogo di Sharp comprende un modello da 60”, il PN-A601, molto luminoso, da 2.000 cd/mq: lo abbiamo utilizzato per le vetrine di numerose installazioni e ha entusiasmato i nostri clienti. All’interno di uno store, i monitor di grande formato possono essere posizionati nel retro cassa, per completare la scenografia piuttosto che per fornire informazioni utili; oppure sui passaggi importanti che portano, ad esempio, alle scale del piano superiore: in quelle zone serve qualcosa che richiami l’attenzione, che inviti i clienti a visitare altri ambienti dello store. Ma la vetrina è sicuramente la parte più importante perché molto nasce da li, il potenziale cliente è attratto soprattutto dalla vetrina: la pedonabilità sul passaggio è sempre elevata. In alcune installazioni eseguite a Roma questo monitor è piaciuto anche nei centri commerciali, dove i luxury store sono diffusi. Anche se potrebbe essere sufficiente una luminosità inferiore, è piaciuta così tanto la soluzione ad elevata luminosità che i clienti richiedono questo modello di Sharp perché hanno verificato che attrae, molto più di uno schermo a luminosità standard».


In partnership con gli studi di architettura

Il monitor PN-E802 installato nello store La Perla a Shangai.

L’interlocutore primario dei System Integrator è l’Architetto che concepisce lo Store, respira e fa suoi i desiderata del cliente.

«Per ogni progetto – prosegue Giorgio Bavelloni – suggeriamo le soluzioni praticabili per quel determinato contesto, evidenziando i vantaggi e consigliando i prodotti che conviene installare. Lavoriamo in questo ambiente da numerosi anni e lo conosciamo bene, questo è uno dei nostri punti di forza. I nostri clienti sono di riferimento per questo mercato: Michael Kors per il quale abbiamo effettuato numerosi lavori, Melluso oppure La Perla che adotta un layout condiviso in quasi tutti i suoi negozi nel mondo. Ad esempio, questi clienti sono rimasti molto impressionati dal monitor PN-E802 da 80 pollici, presente in tutti i loro Store. Per alcuni di questi nostri clienti gestiamo anche la messa in onda dei contenuti. Nei negozi di Melluso abbiamo i monitor PN-A601, da 60” con 2.000 cd/mq, mentre La Perla preferisce l’80 pollici. Per altre applicazioni, a seconda del contesto e della location, viene scelto un modello anziché un altro, in configurazione singola oppure a videowall. In quest’ultimo caso adottiamo la serie PN-V, disponibile in tre luminosità diverse, da 450, 700 oppure 1.500 cd/mq».


Le vetrine

In un negozio tipico di Melluso è presente il monitor PN-A601 da 60” ad alta luminosità, integrato con l’arredo della vetrina. Tutti i monitor sono collegati in rete: da remoto si gestisce il download dei contenuti, la corretta riproduzione del formato nativo e lo stato di funzionamento, per intervenire in caso di anomalie o malfunzionamenti.

«Nei negozi Melluso e La Perla – conclude Giorgio Bavelloni – abbiamo installato monitor PN-E802, da 80 pollici; le configurazioni sono simili fra loro così come il posizionamento, integrato in una nicchia. Con La Perla, nello specifico, abbiamo lavorato in tutti i loro negozi sparsi nel mondo, dagli USA alla Cina oltre che in Germania, Francia e Italia. Infine, i negozi di Michael Kors, un centinaio circa. La configurazione più diffusa prevede un videowall 2×2 e un monitor di grande formato posizionato dietro le casse».