Per l’installatore e il progettista interessati ad aggiornarsi sull’evoluzione dei sistemi Audio/Video, professionali e domestici, l’ISE di Amsterdam è una tappa obbligata. Le opportunità di formazione sono molto numerose.

Che il mercato si stia sviluppando nella direzione dei sistemi integrati è risaputo almeno dall’inizio del secolo: i prossimi anni, però, saranno ancor più decisivi per le società di installazione, affinché decidano quale indirizzo intraprendere per garantire la competitività richiesta dal mercato, sempre più interessato alla proposizione di soluzioni e servizi. 
È altrettanto certo che l’evoluzione professionale richiesta ad un installatore di impianti tecnologici, ci riferiamo all’Audio/Video e quindi anche agli installatori d’antenna, passa attraverso un processo di formazione professionale specifico e specializzato, focalizzato a pochi elementi, ma molto importanti. 
All’installatore d’antenna, come a molti altri suoi colleghi (dall’installatore elettrico a quello di sicurezza, e così via) è richiesto un salto di qualità non comune nelle competenze professionali, certamente il più importante, oneroso e gravoso degli ultimi trent’anni. Difficile quindi pensare di poter crescere in modalità ‘autodidatta’; possibile, invece, affidarsi a gente esperta che crea sessioni formative per tutti i livelli di preparazione, fin da quando è nata la System Integration AVC, che coinvolge audio, video e controlli (quindi domotica, illuminotecnica, avvolgibili, tendaggi, raffrescamento/riscaldamento, controllo degli accessi, ecc.). 
Per avere un quadro d’insieme di questo mercato (integrazione dei sistemi AVC) è necessario selezionare i riferimenti più autorevoli, per evitare perdite di tempo e investire in direzioni poco remunerative.


ISE, riferimento autorevole


Mike Blackman, CEO di ISE, durante l’Opening Address organizzato al FORUM, la sala convegni del quartier espositivo RAI di Amsterdam.

ISE, Integrated Systems Europe, è una fiera che si tiene da quattordici anni, in costante e forte crescita. Si è passati dalla prima edizione (2004) che ha richiamato quasi 3.500 visitatori all’edizione 2017 che ha superato le 65mila presenze. Un esempio vincente di come si possa sviluppare un’idea azzeccata per farla diventare un evento, riferimento del mercato. Un modello di visione strategica, efficacia organizzativa e produttività che in Italia nel nostro settore, purtroppo latita. 
La capacità non mancherebbe, manca invece la volontà di una classe politica purtroppo miope, non sempre sensibile a comprendere i vantaggi nell’attrarre investimenti esteri, per generare economia e valore aggiunto. 
L’azionariato di ISE comprende due soci, CEDIA e InfoComm, con quote equamente suddivise al 50%. Il motivo è facilmente spiegabile: la custom installation AVC, si può dire, è nata negli USA, secondo un’ottica di servizio evoluto, basato su Customer Satisfaction e Customer Experience, due concetti che da noi si stanno facendo strada da qualche anno. L’impianti integrato su misura è la risposta ad esigenze ben precise manifestate dai clienti, e il system integrator è il professionista di riferimento, colui che sceglie i migliori prodotti, ogni volta diversi, di un impianto ogni volta diverso. Perché ogni cliente ha esigenze diverse, oltre al fatto che il contesto nel quale vive o lavora offre prerogative differenti. 
CEDIA e InfoComm negli USA sono di riferimento: non solo per la formazione professionale di progettisti, system integrator e installatori ma anche perché la certificazione che rilasciano dopo aver compiuto il percorso formativo scelto, diventa una referenza determinante per lavorare in questo mercato. CEDIA e InfoComm negli USA organizzano la propria fiera di riferimento. In Europa, invece, hanno unito le loro forze per far nascere ISE, Integrated Systems Europe.


Crescita continua


Daniel Lamarre, CEO del Cinque du Soleil.

L’ISE di Amsterdam continua a crescere, e lo fa con un piano strategico prospettico di spessore, pensato per tempo e sviluppato con tempistiche adeguate, senza correre, con l’obiettivo di cogliere tutte le opportunità di un mercato tecnologico, quello dell’Audio/Video, in costante crescita consolidata. 
L’edizione 2017 è stata la più grande di sempre: oltre 73mila visitatori, due nuovi padiglioni per circa 3mila mq in più di superficie espositiva, 135 nuovi espositori per un totale di 1192 e una proposta formativa ancora più vasta, con centinaia di sessioni organizzate da CEDIA e InfoComm, di lunghezza variabile da venti minuti a sei ore. 
Numerose le peculiarità da evidenziare che hanno caratterizzato ISE 2017: innanzitutto è la fiera AV più grande al mondo dedicata all’integrazione dei sistemi: l’edizione 2017 ha registrato 73.413 visitatori; le presenze generate dagli espositori sono state 15.662. 
Fra i punti di forza di ISE, abbiamo il numero dei visitatori che per la prima volta hanno partecipato alla manifestazione. Quest’anno sono stati il 41% del totale, ossia poco più di 23 mila: un elemento significativo per gli espositori che di anno in anno possono entrare in contatto con un numero di aziende e professionisti sempre crescente; un interesse confermato dagli stessi espositori che indicano come stabilire nuovi contatti è la ragione principale per cui partecipano. 
Altri elementi importanti sono stati l’intenzione espressa dagli espositori (94,20%) di partecipare anche alla prossima edizione, il grado di soddisfazione dei servizi offerti (4,2/5) e il tempo medio trascorso dai visitatori durante la visita ai padiglioni: da 1,6 a 1,8 giorni.


La tecnologia del Cirque du Soleil

Daniel Lamarre, CEO del Cirque du Soleil, è stato protagonista del keynote di chiusura dell’ISE 2017. Un evento particolare, nel quale Lamarre ha spiegato come uno dei motivi del successo è stato emozionare sempre di più gli spettatori e proporre a icone del mondo dello spettacolo (Beatles, Michael Jackson, James Cameron solo per citarne alcuni) progetti così ambiziosi da affascinarli nell’avventura. Lamarre ha poi sottolineato come anche la componente ‘su misura’ abbia analogie con il lavoro dei System Integrator. Tutti gli spettacoli del Cirque du Soleil sono curati nei minimi particolari, con musiche originali composte ad hoc. L’innovazione tecnologica è un elemento importante così come la capacità di garantire prestazioni sempre più sofisticate e attraenti. Lamarre ha concluso il suo intervento invitando gli integratori presenti in sala a condividere idee di progetto innovative con il Cirque du Soleil (è disponibile un indirizzo di posta elettronica dedicata) perché per realizzare progetti, impossibili a prima vista, bisogna crederci fino in fondo.


Visitare ISE

Il sito di ISE dedica un’area specifica al viaggio ad Amsterdam e a come muoversi in città per visitare la fiera. Air France & KLM riservano tariffe agevolate ai visitatori di ISE, ma occorre prenotare per accedere alle migliori tariffe. Un esempio: un volo di linea AR Milano-Amsterdam può costare meno di cento euro. ISE ha ormai raggiunto una tale dimensione in fatto di espositori e visitatori da saturare rapidamente i posti letto a disposizione. Quindi la prima cosa da fare, piuttosto che prenotare l’aereo, è scegliere l’albergo, meglio se fra quelli serviti dagli shuttle gratuiti messi a disposizione dall’organizzazione. Anche l’elenco degli Hotel serviti dagli shuttle è disponibile sul sito di ISE. La fiera di Amsterdam negli anni ha migliorato significativamente la segnaletica dedicata ai visitatori e i punti di ristoro per un pranzo o un semplice break, così come il numero di ingressi a disposizione. Integrated Systems Events, oltre a ISE organizza anche la Smart Building Conference, che si tiene il giorno precedente l’avvio di ISE, quindi il 5 febbraio.


La formazione professionale

Uno dei piastri di ISE è l’offerta formativa rivolta a system integrator, progettisti e custom installer. È parte dei percorsi di formazione e aggiornamento professionale prodotti e organizzati da CEDIA e InfoComm, le due associazioni americane che si rivolgono a mercati complementari: AV Pro/Commerciale e Domestico/Residenziale. 
Un’offerta formativa costituita da centinaia di sessioni diverse per lunghezza, da 20 minuti a sei ore, per la presenza di esercizi partici e per la possibilità di condividere esperienze, chiarire dubbi o lacune. CEDIA ha articolato gli incontri su tre principali contenitori: Training Session, Conference Session e Talks (gratuiti), mini sessioni con focus sui trend previsti fino al 2020. InfoComm ha scelto una formula composta da Conferenze (3 ore ciascuna), MasterClass (3 ore di teoria e pratica), FlashTrack (incontro gratuiti da 20 minuti l’uno). 
Fra gli argomenti sviluppati da CEDIA ricordiamo i seguenti: 
– Progettazione di un sistema Home Cinema 
– Fondamenti per la realizzazione e il cablaggio di un rack 
– Networking residenziale avanzato 
– Principi di Project management. 
Questi, invece, alcuni degli argomenti approfonditi da InfoComm: 
– AVB/TSN, IP e internet per AV 
– Certificazione Dante, livello 1 
– Il nuovo scenario AV: come sostituire i prodotti alle soluzioni 
– L’interazione dei diffusori audio in piccoli ambienti 
Infine, sia CEDIA che InfoComm a ISE 2017 hanno offerto la possibilità ai propri membri di sostenere gli esami di certificazione.


ISE e VR Days Europe, per collaborare e cooperare

Systems Integrated Events, l’organizzatore di Integrated Systems Europe, ha annunciato l’avvio di una collaborazione ufficiale con il festival VR Days Europe che si svolgerà a Amsterdam dal 25 al 27 ottobre 2017. 
VR Days Europe celebra contenuti, creatività e produzioni dedicate a realtà virtuale e realtà aumentata; si svolge in cinque diverse sedi del centro storico di Amsterdam. La terza edizione di VR Days Europe 2017 si articolerà su keynote, sessioni, workshop e seminari. Integrated Systems Events fornirà a VR Days Europe un supporto organizzativo, contenuti e attività di marketing. In cambio, VR Days Europe produrrà un evento specifico a ISE 2018. 
Per Integrated Systems Events, l’accordo rientra nella strategia per lo sviluppo di eventi business, complementari a ISE, dedicati a tecnologie all’avanguardia. 
VR Days Europe 2017 comprende cinque elementi chiave, ospitati in altrettanti sedi: 
– VR Days Europe Conference, durata un giorno; 
– Expert Tracks, per mercati verticali: Media, Arti, Intrattenimento, Cura della persona, Soluzioni Didattiche e d’Impresa; 
– VRackathon, esperti di VR alle prese con sfide tecniche; 
– CineMart, produzioni VR e leader tecnologici discuteranno progetti da finanziare e distribuire; 
– Church of VR, i migliori contenuti VR. 
VR Days Europe comprende anche un’area espositiva e gli Halo Awards. 
vrdays.co