Gli edifici che hanno ottenuto la concessione edilizia dopo il 30 giugno 2015 sono soggetti alla Legge 164, devono perciò realizzare un’infrastruttura dedicata alla distribuzione dei servizi di comunicazione elettronica.

La Legge 164 si applica anche agli edifici soggetti ad una profonda ristrutturazione oppure ad un cambio di destinazione d’uso. Per il system integrator specializzato in progetti e installazioni residenziali/domestici si apre una finestra di opportunità senza precedenti, per tre motivi: 
– La natura dell’infrastruttura fisica multiservizio, specificata nella Legge 164, condivide la filosofia dei sistemi integrati; quindi, implicitamente evidenzia la centralità del ruolo ricoperto dall’integratore dei sistemi; 
– La predisposizione ‘nativa’ degli edifici residenziali agli impianti di comunicazione elettronica rende la struttura ‘future proof’, quindi a prova di futuro. Qualora si dovessero realizzare adeguamenti, migliorie o l’aggiunta di impianti, verrebbero meno le solite problematiche causate dalla mancanza di spazio nei tubi corrugati e nelle scatole di derivazione, da dedicare ai cablaggi. Si aprono opportunità di lavoro sia all’interno dell’unità abitativa che nelle aree comuni; 
– Il rispetto della Legge 164 viene approfondito a livello normativo dalla Guida CEI 306-22, un riferimento autorevole per realizzare i lavori allo stato dell’arte.


Il supporto di Italiana Conduttori

Italiana Conduttori ha integrato il proprio catalogo con le apparecchiature necessarie a realizzare un’Infrastruttura Fisica passiva Multiservizio, in collaborazione con Fibernet.
Sappiamo, però, che quando si crea un’opportunità di business non basta selezionare i prodotti giusti: per questo Italiana Conduttori organizza sessioni formative specifiche sulla Legge 164, per supportare tutti gli installatori interessati a comprendere come affrontare questa occasione per sviluppare nuovo lavoro.


Dall’alto, il Modulo Antenna e lo CSOE. Ogni modulo CSOE serve otto unità immobiliari.


La filosofia di Cavel

 «La strategia di Cavel – commenta Loris Bronzo, Direttore Generale di Italiana Conduttori – compie un altro importante passo in avanti, dopo l’avvio della produzione dei cavi LAN avvenuta nel 2011. Nel caso della fibra ottica, abbiamo pensato fosse giusto offrire ai nostri clienti un insieme di prodotti e non soltanto la fibra, in linea con la Legge 164 e la guida CEI 306-22. Assieme a Fibernet, abbiamo previsto di programmare corsi pre-vendita e d’incaricare installatori di riferimento per l’assistenza postvendita. Ora, il nostro catalogo è completo: cavi coassiali, cavi per TVCC, cavi LAN con armadi e accessori, e la fibra ottica, per supportare ogni tipologia d’impianto residenziale o commerciale, nel rispetto della neutralità tecnologica e della libertà di scelta».