Una pellicola da applicare ad una superficie di vetro e da usare come schermo di retroproiezione. É stata pensata per le vetrine dei negozi, ma può essere utilizzata in numerose altre applicazioni, abbinata a evolute soluzioni di interior design.

Volume: SIAV_02_13 – Pagine: da 126 a 127

La pellicola Glue-it, sviluppata nei laboratori di ricerca e sviluppo di Screenline, il produttore italiano di schermi di proiezione, offre agli integratori e agli architetti di interior design nuove opportunità di business. È riutilizzabile, luminosa, offre un angolo di visione ampio (soprattutto in configurazione doppia) ed è economica. Aspetti, questi, che la rendono adeguata per le vetrine dei punti vendita oppure al loro interno, in aree dove la luminosità delle immagini diventa una reale attrattiva per il potenziale cliente.


Una reale richiesta del mercato

L’esigenza di sviluppare la pellicola Glue-It è nata da una richiesta dei distributori nazionali e internazionali di Screenline, per trasformare le vetrine dei negozi piuttosto che l’interno dei negozi stessi in uno schermo di retroproiezione. È noto, infatti, che una vetrina più luminosa attrae un numero più elevato di passanti; se poi visualizza anche immagini o filmati il coinvolgimento è maggiore. La vetrina rappresenta per un negozio un importante valore commerciale: comunica le nuove collezioni, le promozioni, i prodotti particolari e unici. Alla vetrina l’imprenditore dedica un investimento importante: l’efficacia della sua comunicazione incide sulle vendite. Con Glue-It i vetrinisti e i negozi stessi potranno disporre di uno strumento comunicativo in più, che potrebbe anche rivoluzionare le modalità con le quali fino ad oggi è stata progettata una vetrina: il vantaggio di comunicare con un videoproiettore alleggerisce l’allestimento della vetrina stessa: ad un cambio di stagione potrebbe bastare inviare al videoproiettore le immagini o i filmati dei nuovi prodotti. Glue-It può risultare efficace anche in uffici, musei, esposizioni varie, ecc. laddove sia importante visualizzare contenuti luminosi, in alternativa ai classici display. Come vedremo più avanti in questo articolo, l’applicazione della pellicola è stata davvero semplificata, si stende con facilità grazie alla colla puntiforme che evoca il principio dei famosi bigliettini post-it. E poi è economica: molto di più dei competitor presenti sul mercato; un aspetto che di questi tempi, soprattutto per gli esercizi commerciali, ha la sua fondamentale importanza. La si può attaccare e staccare talmente tante volte che un esercente in possesso di più punti vendita può decidere di far ruotare la sua presenza nel tempo.

Screenline è membro InfoComm International da 10 anni

Il futuro della proiezione

La tecnologia dei videoproiettori è indirizzata, con convinzione, verso l’utilizzo di corpi illuminanti alternativi alla tradizionale lampada a incandescenza. Corpi illuminanti che sfruttano i diodi Laser e Led capaci di ridurre sensibilmente il consumo e il valore di TCO (total cost of ownership), oltre che la massa di calore generato. Inoltre, da poco sono disponibili lampade ad incandescenza dotate di un ciclo di vita doppio, che si attesta sulle 6mila ore. Questo trend favorisce l’impiego dei videoproiettori, competitivi anche grazie alle dimensioni sempre più compatte.
Tutti questi aspetti favoriscono l’impiego di soluzioni in retroproiezione che utilizzano la pellicola Glue-It. Si possono installare proiettori a Led quando la superficie di proiezione è ridotta oppure modelli short-throw quando lo spazio in profondità è limitato. E le soluzioni di interior design, sia in ambito commerciale che residenziale possono esprimere tutta la loro innovativa creatività. Non ci sono più i limiti tecnologici del passato.


Traslucida e autoadesiva

Glue It è stata progettata per rispondere ad una precisa esigenza di mercato: realizzare proiezioni su superfici trasparenti in modo rapido e facile, grazie alla pellicola applicabile e rimovibile. Lo schermo è costituito da un foglio di diffusione autoadesivo per retroproiezione in PET dotato di superficie goffrata antiriflesso a garanzia di una perfetta diffusione (l’uniformità delle immagini ed il contrasto possono essere ulteriormente migliorati utilizzando un doppio strato di pellicola).
L’adesivo puntiforme non ha effetti negativi sulla proiezione e consente una rapida applicazione su diverse tipologie di superfici trasparenti, in particolare vetro e plexiglass.
È perciò ideale per le vetrine degli uffici, di attività commerciali, di negozi e di Point of Sales & Advertising in generale, non richiede particolari tool o abilità per essere applicata ed è facilmente rimovibile e riutilizzabile. L’elevata luminosità (il guadagno massimo è di 1.5) garantisce risultati di sicuro effetto. Oltre che rimovibile, è lavabile e arrotolabile: si può rimuovere e conservare nell’apposito contenitore in dotazione.
La dimensione massima in altezza è di 137 cm; in larghezza non c’è limite. Con immagini formato 16:9 significa avere uno schermo di proiezione di oltre 240 cm di base.
Nel caso la superficie da coprire fosse maggiore è possibile accostare due pellicole, facendo attenzione a minimizzare e rendere sottile la linea di giunzione, raggiungendo così oltre 270 cm di altezza. Se la pellicola viene installata con accortezza, la linea di giunzione durante la proiezione si fatica a vedere.


I vantaggi

Le caratteristiche tecniche

• Rapidità e facilità di applicazione e rimozione: l’adesivo puntiforme evita il blistering, ovvero la formazione delle fastidiose bolle d’aria tra pellicola e vetro;
• L’adesivo puntiforme consente di applicare/distaccare la pellicola innumerevoli volte, evitando la presenza di bolle;
• Altezza massima di cm 137, che consente di ottenere diverse misure adatte ai PoS. É possibile, inoltre, applicare più pellicole affiancate, senza evidenti segni di giunzione.