Una cultura imprenditoriale basata su fattori chiave: selezione dei prodotti di alta qualità, servizio pre e post vendita, formazione ai clienti e autorevolezza. Abbiamo incontrato Claudio Caldi, uno dei titolari.

Volume: SITV_01_13 – Pagine: da 122 a 123

Partiamo dal principio, quando è iniziata l’avventura di Elkor?
«L’idea è partita direttamente dai banchi di scuola, al termine degli studi; eravamo all’inizio degli anni ottanta, l’Italia registrava un forte calo economico e, anziché aspettare che qualcosa cambiasse in positivo, io e il mio socio Andrea Bellini abbiamo deciso di avviare questa attività, inventando un lavoro che all’epoca forse nemmeno esisteva. Erano gli anni della quinta banda: in molti, nella nostra area, non riuscivano a vedere bene la televisione. Nonostante potesse sembrare ai più una scelta folle, con problemi di carattere finanziario, abbiamo proseguito con molta determinazione: con strumentazioni un po’ improvvisate, siamo riusciti a sviluppare e costruire amplificatori particolari per le nostre zone, in grado di soddisfare le specifiche esigenze del momento».

Andiamo avanti nel tempo, come avete creato una vostra identità sul fronte
della TV Sat?

«Tutto è da ricondurre alla conoscenza tecnica e al servizio che nel tempo abbiamo affinato, distinguendoci oltretutto come pionieri di alcune attività; a tal proposito, siamo stati tra i primi in Toscana a lavorare sul satellitare. Abbiamo organizzato corsi e insegnato a molti installatori della nosta zona ad installare antenne; erano in tanti a venire da noi perché trovavano un know how e un servizio che rappresentavano un valore aggiunto sulla piazza. Da lì in avanti, siamo cresciuti, siamo andati alla ricerca della qualità da abbinare al servizio e via via, l’attività ha preso la piega sperata fino a portare i nostri prodotti ad essere sempre più riconosciuti e apprezzati sul mercato».


Per cui, nel tempo, il mercato vi ha individuato anche come referenti del mondo satellitare?
«Certamente! È stata una conseguenza diretta. Per diversi anni, infatti, pur non tralasciando mai il settore terrestre, abbiamo virato le nostre energie anche sul mondo satellitare conseguendo dei risultati ragguardevoli fino al meritato riconoscimento in questo settore. La somma di queste attività ci ha permesso di conquistare delle quote di mercato e un incremento di clienti fidelizzati che non può che lasciarci soddisfatti e renderci orgogliosi per quanto abbiamo fatto finora».

E oggi, qual è la vostra realtà?
«Oggi Elkor è una realtà consolidata; operiamo nel mercato dell’elettronica dal 1981 e uno dei nostri punti di forza attuali è senza dubbio la conoscenza tecnica acquisita in oltre trent’anni di attività. Oggi operiamo in una struttura di oltre 4mila mq, con laboratori, magazzini, sale conferenze e uffici; disponiamo di una gamma abbastanza ampia di prodotti, che affidiamo ai più moderni sistemi tecnologici di produzione, oltre a disporre di un magazzino di prodotti che vanta i più importanti marchi del mercato. Attualmente, contiamo oltre 3mila clienti che abbiamo il piacere di ospitare presso la nostra sede diverse volte l’anno per dei corsi di formazione, nonché riunioni di confronto e supporto funzionale alla propria attività».

Come si suddivide il carico di lavoro tra attività di produzione e quella di distribuzione?
«La produzione richiede un tempo prevalente. Copriamo un mercato abbastanza ampio, pertanto la mole di lavoro che investe la parte produttiva è notevole, considerato anche il fatto che diamo molta importanza anche allo stadio di controllo e collaudo dei prodotti; tutto quello che produciamo, infatti, viene testato accuratamente e quando viene immesso nel mercato risulta essere perfettamente funzionante; basti pensare che collaudiamo persino gli stessi alimentatori».

Passiamo al rapporto con Fagor, come vi trovate?
«È un’azienda competitiva sul mercato e propone prodotti di alta qualità. Abbiamo creduto fin da subito alle potenzialità di Fagor a tal punto da proporla ai nostri clienti, i quali ne hanno apprezzato i prodotti e dimostrato un forte interesse verso questa azienda. I dispositivi di Fagor sono affidabili e rispondono in modo positivo a tutti i test ai quali vengono sottoposti; un plus in più per noi e per i nostri clienti, che favorisce maggiormente il perfetto funzionamento di questo connubio».

E quali sono i prodotti più richiesti grazie ai quali Fagor si contraddistingue?
«Tra i tanti prodotti che potrei citare, direi che Fagor ha delle ottime antenne e dei buonissimi centralini d’antenna; dispone inoltre di eccellenti sistemi di distribuzione, che comprendono partitori, divisori, ecc. Tutti dispositivi molto richiesti, che siamo ben contenti di proporre ai clienti, oltre che evidenziarne le peculiarità attraverso dimostrazioni pratiche».

Passiamo ad SL Technology, come è nata l’idea di far nascere questa nuova realtà?
«SL Technology è nata nel 2005, quando sulla piazza di Firenze sono venute a mancare aziende a causa dell’avanzare della crisi nel settore. Pertanto, sulla scorta di questo spazio lasciato vuoto sul mercato, insieme ad alcuni soci, ne abbiamo colto l’opportunità e abbiamo deciso di provare questa nuova avventura. Abbiamo assunto persone capaci e sviluppato una strategia per proporci al meglio sul mercato. Non nascondo che è stato un momento difficile che ci ha portato a riformulare i piani di sviluppo; successivamente, infatti, Elkor ha acquisito tutte le quote della SL Technology, ne ha sviluppato un piano industriale e da lì l’azienda è come rinata a tal punto che oggi è solida e presenta un ottimo fatturato».

Ci può spiegare in poche battute quali servizi offre?
«È un distributore di prodotti e può essere considerata una consorella di Elkor, se non altro per aver acquisito la cultura imprenditoriale che ha fatto grande la nostra azienda, a tal punto da presentare le stesse specificità e peculiarità; a differenza di Elkor, però, non si occupa della produzione. Inoltre è gestita da veri esperti del settore, da Luca Tarchi a Simone Negro, piuttosto che Alessandro Ballerini; tutti professionisti che integrano perfettamente le proprie competenze tecniche, dando un valore aggiunto alle potenzialità di questa azienda».

La sede di Elkor a Sinalunga, Siena
La sede di SL Technolgy a Firenze