Dalla costruzione e riparazione di piccole radio, all’installazione e manutenzione di impianti satellitari, residenziali e professionali. La competenza e l’esperienza della famiglia Marcheschi si tramanda da oltre mezzo secolo.

Volume: SITV_01_12 – Pagine: da 98 a 99

«Opero su questo mercato da oltre 30 anni e sono molto soddisfatto del lavoro che faccio. E quando il proprio lavoro piace, la fatica non si avverte; così, spesso, si esagera con gli orari». Si presenta così Fabio Marcheschi, cofondatore di C.R.E.M., Sky Service pisano, punto di riferimento per diverse province della regione toscana. «C.R.E.M. è nata negli anni ’80 – ci racconta Marcheschi – dalla fusione di due società presenti sul mercato sin dagli anni ‘50, una prettamente commerciale gestita da mia madre Rosina e una artigianale gestita da mio padre Giovanni. Due società a conduzione familiare, entrambe confluite nell’attuale punto vendita. Ciò è avvenuto quando, negli anni ’80, io e mio fratello Giuseppe abbiamo deciso di mettere piede in questo mercato e dare seguito al lavoro portato avanti per trent’anni dai nostri genitori. Il negozietto da 40 mq di papà Giovanni è diventato così un punto vendita importante con 300 mq dedicati ad uffici e magazzino e 250 mq aperti al pubblico. Oggi, ci occupiamo dell’installazione e manutenzione di impianti satellitari di tipo residenziale in tutta la provincia di Pisa e, in maniera marginale, operiamo nelle province di Lucca e Livorno. Per le utenze business, invece, copriamo le province di Pisa, Lucca, Massa, Pistoia e Prato, operando su grandi strutture come hotel, cliniche, ospedali, campeggi, ecc.».


I servizi di C.R.E.M.

«Sky è il nostro partner primario – ci dice Fabio Marcheschi. Offriamo i servizi Sky a 360° e, sul fronte dell’impiantistica, con le nostre squadre di operatori curiamo ogni tipo di installazione, anche la più complessa. Ovviamente, non abbiamo perso l’identità che ha caratterizzato per 60 anni la nostra attività; pertanto ci occupiamo della vendita dell’elettronica di consumo, televisori, telefonia, computer, ecc., arrivando fino alla vendita del bianco. Come molti Sky Service, siamo aperti tutta la settimana compreso il sabato e, nei momenti di maggior affluenza, che coincidono quasi sempre con l’inizio del campionato di calcio e con il Natale, lo siamo anche la domenica».

C.R.E.M. conta 12 persone al proprio servizio che operano dal lunedì al sabato. Nei periodi di maggiore affluenza il negozio è aperto anche la domenica

Il mercato secondo Marcheschi

«Noi proveniamo dallo switch off di novembre, che ha creato un mercato molto allegro e, ancora oggi, stiamo vivendo l’onda lunga della transizione – ci confida Fabio Marcheschi. A prescindere da questo passaggio, pur riscontrando un leggero calo dovuto alla tanto temuta crisi, devo dire che non vedo grosse problematiche per il futuro, perché il nostro è un mercato tecnologicamente molto avanzato che non conosce battute d’arresto repentine. Abbiamo in mano la tecnologia, usiamola. Basti solo pensare a Sky e alle tecnologie che ci chiede di usare. Inoltre, soprattutto nelle zone di digital divide come la nostra, le opportunità di lavoro oggi non mancano. Un fronte caldo che stiamo battendo ultimamente è quello della fibra ottica; abbiamo già cablato diversi condomini e alcuni hotel storici dove non era possibile usare altra tecnologia o soluzione d’impianto».


Negli anni l’utente è cambiato

La differenza tra gli utenti di ieri e quelli di oggi è evidente. Lo sa bene Fabio Marcheschi: «Prima il cliente era poco informato, le sue richieste erano più semplici da soddisfare e si riusciva facilmente a convincerlo ad adottare la tecnologia da noi proposta. Pur essendo facile la vendita, se guardo il rovescio della medaglia, in un certo senso non era da stimolo nemmeno per noi, per la nostra formazione. Oggi l’utente finale viene in negozio con una precisa idea riguardo alle sue necessità. Quindi noi dobbiamo rispondere con professionalità ad un’esigenza ben delineata. A tal punto che la preparazione diventa essenziale; lo sappiamo bene che il cliente, nel giro di pochi minuti, riesce a capire se siamo o meno padroni dell’argomento e se gli forniamo una risposta corretta. La formazione di tutti i nostri operatori, pertanto, è un elemento essenziale. Un aspetto imprescindibile del nostro mestiere, al quale tengo molto. Sono frequenti, infatti, le riunioni pianificate durante l’anno con tutta la nostra rete di installatori, oltre alla frequenza metodica di corsi presso le scuole di formazione».


DUE DOMANE FLASH A FABIO MARCHESCHI

Cosa pensa dei nuovi servizi Sky Go e 3D?
«Lo Sky Go è la ciliegina sulla torta, un punto distintivo di Sky. Rappresenta di sicuro la fidelizzazione dell’abbonato. D’altro canto, anche il 3D esprime un’altra punta di diamante della tecnologia Sky. Rispetto allo Sky Go, la crescita del 3D nelle case richiede del tempo, è una tecnologia piuttosto nuova che implica la necessità di un televisore di ultima generazione; solo di recente il costo di un televisore stereoscopico è diminuito per essere accessibile a molti».

Quanto è importanza l’integrazione dei sistemi in ambito domestico?
«È importante, possibile, ma non va forzata: al nostro cliente dobbiamo dare un prodotto fruibile. Basti pensare alla casa tecnologica che veniva dimostrata già 15 anni fa. Di fatto quella casa non è mai nata: la tecnologia è sempre stata disponibile, mancavano i bisogni. Quindi, laddove l’integrazione dei sistemi soddisfa la necessità dei clienti siamo vincenti, se andiamo a creare falsi bisogni difficilmente avrà futuro ciò che proponiamo».


C.R.E.M. di Marcheschi Sas

Email: info@cremsas.it

Vai alla scheda azienda

Vai al sito: www.cremsas.it