Un extender formato da un trasmettitore e un ricevitore da utilizzare quando il collegamento USB deve coprire una distanza rilevante.

Volume: SIAV_03_17 – Pagine: da 141 a 141


Fino a 50 metri per versioni USB 2.0 e fino a 100 metri per USB 1.1. 
Gli extender USB sono sempre più utilizzati nelle sale conferenza, riunione o negli auditori per collegare la tastiera, il mouse o qualunque altro dispositivo USB al computer, quando la tratta è maggiore di 3/5 metri, per superare il limite imposto dallo standard. 
Il CT560 di Alpha Elettronica è composto da una coppia di dispositivi (TX e RX) che si collegano fra loro con un cavo di rete (è sufficiente un cavo Cat5e non schermato). 
Le distanze coperte sono rilevanti: 50 metri per USB 2.0 e ben 100 metri per USB 1.1. 
Non è richiesta l’alimentazione ma è necessaria un’installazione indoor, in ambienti interni.


Il cablaggio



La coppia dei dispositivi che formano il CT560 è già cablata con i connettori USB maschio (RX) e femmina (TX). Per realizzare il cablaggio del cavo di rete sono disponibili nel catalogo di Alpha Elettronica il cavo (articolo WTR500), Cat5e non schermato (conduttore rigido in rame puro) e la spina modulare RJ45 con chiusura a pressione (articolo 94-914).


Tecnologia passante



Nei connettori RJ45 Cat 5e (articolo 94-914/5) e RJ45 Cat 6 (articolo 94-914/6), grazie alla tecnologia passante gli otto fili interni del cavo passano attraverso i fori del connettore RJ45. Perciò non bisogna più pareggiare le lunghezze dei fili stessi prima di inserirli nel connettore, ma soltanto preoccuparsi di rispettare la posizione di ogni filo colorato. Inoltre, la verifica dei fili inseriti nella propria posizione può essere fatta più facilmente, prima di concludere l’intestazione. La pinza professionale 98-155 è dedicata ai connettori 94-914/5 e 94-914/6: crimpa la terminazione e taglia a filo l’abbondanza dei cavi.