PRODOTTI

    SAT9009HD/CARD CI PVR, con dCSS

    Un decoder che sarà disponibile a breve anche in versione dCSS, per la distribuzione monocavo evoluta fino a 32 User Band, con un LNB compatibile. Common Interface e lettore di smart card. Sistema operativo Linux, funzioni PVR e LAN.


    Volume: SITV_03_16 - Pagine: da 102 a 102

    La distribuzione monocavo satellitare garantisce con lo standard SCR (EN50494), il collegamento di 4 prese utente SAT indipendenti. Con il protocollo dCSS, invece, questo numero sale in modo considerevole, fino a 32. Il decoder Galaxy SAT9900HD, versione disponibile durante il primo quadrimestre del 2017, avrà la possibilità di poter gestire questa potente modalità. Con la disponibilità del decoder in versione dCSS sarà possibile ordinare anche l’LNB compatibile.



    Disponibili due slot

    Questo decoder oltre a ricevere i programmi gratuiti offre anche due slot: smart card e common interface per l’inserimento di CAM, ad esempio, di TivùSat.
    Lo slot CI e il lettore di smart cart sono posizionati sul retro dell’apparecchio. Il ricevitore decodifica trasmissioni in formato video MPEG-2 e MPEG-4 ed è basato su sistema operativo Linux, comprende anche le funzioni PVR da HDD esterno o chiavetta di memoria, tramite porta USB.
    La registrazione è possibile per contenuti in chiaro e codificati. Viene prodotto un file .ts ed è possibile accedere anche alla modalità Time Shifting.



    Le interfacce di collegamento

    Sul retro si trovano il connettore HDMI con audio embedded e la presa Toslink (compatibile Dolby AC3) per disporre di un’uscita audio digitale come alternativa, utile nel caso si voglia utilizzare una sound-bar o un amplificatore audio, per ottenere una resa acustica migliore. Con la presa RJ-45 ci si può collegare da una rete LAN domestica per accedere ai servizi OTTV disponibili in rete.
    La porta USB, versione 2.0, consente al player integrato nel firmware di riprodurre immagini JPG, file audio MP3 e video in standard DivX.
    Inoltre, è disponibile l’uscita Audio stereo/Video composito tramite connettore jack da3,5 mm.



    Correlati


    Prodotti

    Supporti per parabole, antenne e Wi-Fi

    GALAXY

    Supporti per parabole, antenne e Wi-Fi

    Uno dei punti di forza della produzione Galaxy è la componentistica dedicata ai sistemi di ancoraggio, con un’ampia gamma...


    MHD-2000: modulatore Full HD, DVB-T

    MARI srl

    MHD-2000: modulatore Full HD, DVB-T

    I modulatori AV trasformano il segnale proveniente da una sorgente Audio/Video in un canale VHF o UHF....


    MKB5/4: Miscelatore-Combinatore per LA7

    LAEM Elettronica

    MKB5/4: Miscelatore-Combinatore per LA7

    Lo spostamento sul canale 25 UHF (in alcune zone) dell’emittente La7 comporta la necessità di traslare in banda IV...


    EXITV distribuisce Breti: attive e passive, anche omnidirezionali

    EXITV

    EXITV distribuisce Breti: attive e passive, anche omnidirezionali

    La gamma, brevettata, è composta da 6 modelli, passivi oppure con amplificatore integrato da 18 dB, telealimentato a 5 Vc.c. Ciascuna tipologia, attiva o passiva, offre modelli onmidirezionali in banda III+UHF e UHF, formati da un cilindro lungo 35 o 40 cm, con diametro di 5 cm. Nei modelli direzionali, invece, al cilindro è stato aggiunto un array di elementi per incrementare il guadagno e limitare l’angolo di apertura a 180°. I modelli passivi, omnidirezionali, devono essere utilizzati nelle zone dove il segnale è particolarmente forte e non richiede antenne direttive, aspetto quest’ultimo che riguarda anche i modelli direzionali. Fra le altre particolarità che contraddistinguono questi 1, il design lineare, la facilità d’installazione e la disponibilità in diversi colori: dal bianco, grigio e marrone ai sette colori RAL, codice 9010, 1018, 2003, 5024, 4001, 3414 e 3020....



    APPROFONDIRE

    L’efficienza luminosa nei sistemi 3D

    Il metodo più utilizzato nei sistemi video e nei display, in grado di offrire una visione tridimensionale della realtà riprodotta, è la stereoscopia. Ciò avviene attraverso la migliore percezione della profondità indotta dalla visione binoculare. Per realizzare questa sensazione, gli occhi devono essere raggiunti da due immagini diverse che rispecchino il diverso angolo di visione dell’oggetto inquadrato.
    L’avvento dei sistemi di proiezione stereoscopica sul mercato Home Theater ha determinato grande interesse per la possibilità, finalmente concreta, di rivivere in ambito domestico l’esperienza entusiasmante, determinata dalla rivoluzione del cinema 3D.
    Una svolta epocale vera e propria, della quale hanno finalmente beneficiato le sale cinematografiche, resa possibile sia dal notevole sviluppo delle tecniche di ripresa stereoscopiche che dall’avvento dei sistemi di proiezione digitale e delle tecniche di visualizzazione stereoscopica connesse. Tale sviluppo, possiamo dirlo, è finalmente giunto a maturazione e il risultato oggi è pienamente godibile, almeno in sala cinematografica. Non si può ancora affermare la stessa cosa per l’ambito domestico dove, nonostante i grandi progressi tecnologici, sia in ambito distributivo del segnale stereoscopico che in ambito degli schermi piatti, la resa finale e il coinvolgimento spaziale dello spettatore sono affetti da alcune problematiche, prima fra tutte le ridotte dimensioni dello schermo.
    In quest’ambito la proiezione continua a godere di un vantaggio e di un appeal non trascurabile, specialmente per chi vuole fare della visione di film e video un esperienza coinvolgente e pretenda una riproduzione fedele dei contenuti.
    ...


    Videoproiettori Laser: l’analisi commerciale

    Videoproiettori Laser: l’analisi commerciale

    Nel numero scorso abbiamo evidenziato i punti di forza della tecnologia laser. Completiamo ora il quadro affrontando gli aspetti commerciali specifici per il...


    BENESSERE & SALUTE