CONDOMINI

QDSA e Rack: spazi ‘future proof’

Il quadro elettrico, l’origine degli impianti tecnologici nelle abitazioni, si evolve. Serve uno spazio più capiente, predisposto ad accogliere tutti i sistemi di un impianto di comunicazione elettroniche.


Volume: SITV_01_15_LEGGE 164 - Pagine: da 17 a 17

Un impianto di comunicazioni elettroniche veicola un numero variabile di segnali, in funzione dei servizi distribuiti. Per garantire un adeguamento dell’impianto nel tempo è opportuno predisporre spazi installativi, interni all’unita abitativa, di generose dimensioni.



Lo spazio tecnico

Anche un’abitazione possiede il proprio spazio tecnico: nella sua forma più semplificata può essere rappresentata dal quadro elettrico. La tecnologia, i servizi e l’integrazione dei sistemi possono richiedere, però, uno spazio di maggiori dimensioni. Infatti, se fino a poco tempo fa l’impianto elettrico ha rappresentato l’infrastruttura tecnologica più importante, oggi le cose sono cambiate: si sono aggiunti numerose altre tipologie d’impianto, dalla rete LAN ai bus Konnex, dall’antintrusione alla TVCC, dall’Audio Video Multi-room alle soluzioni d’automazione più diverse. Ecco che si inizia a parlare di spazi per alloggiare anche un rack, da predisporre in prossimità del QDSA,funzionale per dare ordine alle apparecchiature elettroniche che conviene installare vicine fra loro, per evitare disordine nell’appartamento e conciliare le esigenze estetiche di interior design.



I vantaggi di un Rack

Il mercato offre numerose tipologie di rack, che variano in base a dimensioni, flessibilità di cablaggio e possibilità di aerazione, per convezione termica forzata oppure naturale. Anche se a prima vista lo spazio presente in un rack può sembrare esagerato, è importante tenere in considerazione i seguenti aspetti per rivalutare un elemento che otterrà sempre più riscontro negli impianti delle unità abitative a prova di futuro:
– cablaggi ordinati;
– interventi di manutenzione facilitati, minor costi;
– presenza meno invasiva dei tecnici durante le riparazioni;
– spazio comune: maggior ordine degli apparecchi;
– minor invasività nelle soluzioni di arredo.



Cablaggio con e senza cavi

Il cablaggio realizzato utilizzando cavi o ripetitori wireless deve essere inteso dal progettista e dall’installatore come soluzione complementare e non alternativa.
La filosofia progettuale prevede che in prossimità di ogni presa TV, almeno in quella principale, sia disponibile anche una presa LAN anche dove è disponibile la rete Wi-Fi, per evitare possibili interferenze durante l’accesso ai servizi interattivi. Non dimentichiamo, poi, il fenomeno ‘Internet delle Cose’ che collegherà alla rete un’enorme quantità di oggetti domestici. Quindi, più prese e modalità di collegamento saranno disponibili e maggiore sarà la probabilità di successo in caso di un aggiornamento.



Da Tenere Presente

• La dimensione e la posizione del QDSA devono essere proporzionate alla dimensione dell’unità immobiliare;
• Dal QDSA devono essere raggiungibili tutti i locali dell’unità immobiliare;
• Il QDSA deve poter gestire facilmente un’eventuale diversa disposizione degli arredi e la conseguente modifica dei punti di utilizzo per i segnali TV, telefono e dati;
• La presenza di un Rack contribuisce a fare ordine, ospitando le apparecchiature elettroniche e favorendo il loro cablaggio.


Prodotti

MHD-2000: modulatore Full HD, DVB-T

MARI srl

MHD-2000: modulatore Full HD, DVB-T

I modulatori AV trasformano il segnale proveniente da una sorgente Audio/Video in un canale VHF o UHF....


Terminale di Testa: per 8 e 16 fibre con bussole SC/SX

TCK-LAN

Terminale di Testa: per 8 e 16 fibre con bussole SC/SX

Il nuovo catalogo di TCK-LAN propone una linea completa di prodotti dedicati all’Infrastruttura fisica Multiservizio...


BNC-HD: per collegamenti coassiali in HD-SDI

MICRO TEK

BNC-HD: per collegamenti coassiali in HD-SDI

L’utilizzo di connettori specifici per lo standard HD-SDI è alla base per la realizzazione di un impianto capace di...


Coassiali per segnali HD-SDI

MICRO TEK

Coassiali per segnali HD-SDI

Sei modelli, dal microcoax H290A (ø 2,9 mm) al COAX 11A (ø 9,8 mm), tutti conformi alle specifiche HD-SDI. Disponibili anche i modelli ...



APPROFONDIRE

BENESSERE & SALUTE