PRIMO PIANO

Panasonic PT-RZ31K: laser/fosforo da 31mila lumen, risoluzione WUXGA e SXGA+

Disponibile da ottobre 2016 la nuova serie PT-RZ31K arricchisce la gamma professionale dei proiettori Panasonic con i modelli più luminosi che, grazie anche alla potente tecnologia a laser SOLID SHINE integrata, si distinguono per una struttura straordinariamente compatta e leggera.




Il doppio blocco della sorgente luminosa, esclusiva dei modelli Panasonic, garantisce una proiezione continua (24/7) assicurando una configurazione ridondante in caso di guasto. Per questo e altri motivi il nuovo proiettore è ideale per applicazioni di altro profilo, in settori quali entertainment, staging, noleggio e grandi mostre.

La tecnologia laser SOLID SHINE, proprietaria di Panasonic, garantisce immagini ad alta luminosità per proiezioni di lunga durata, assicurando il massimo coinvolgimento del pubblico. Si tratta di una tecnologia sviluppata per garantire un'operatività costante 24/7, senza pause né compromessi in termini di degradazione del colore.

Poiché la nuova gamma è compatibile con tutte le ottiche per proiettori DLP a 3 chip Panasonic in commercio*, la scelta di utilizzare le nuove macchine garantisce alle aziende anche di capitalizzare l'investimento già effettuato.

L'RZ31K non offre soltanto una luminosità elevatissima e una riproduzione superiore dei colori, caratteristiche indispensabili per proiezioni su grandi schermi, ma permette anche di proiettare video straordinariamente fluidi: una prestazione garantita dal processore Real Motion basato su un'innovativa tecnologia di creazione dei fotogrammi in modalità ‘normal operation’.
L'RZ31K è stato progettato per funzionare 20 mila ore consecutive senza interventi di manutenzione. Inoltre, Panasonic ha integrato nel PT-RZ31K un blocco ottico e altri componenti a tenuta ermetica per evitare il rischio di opacizzazione da polvere sull'obiettivo, offrendo così una soluzione estremamente affidabile per spettacoli di luci e installazioni di mapping 3D su grandi superfici, di particolare effetto scenografico.

Inoltre, i nuovi PT-RZ31K grazie alla tecnologia a laser supportano un'installazione flessibile, per una proiezione verticale, orizzontale e inclinata lungo tutto l’arco dei 360° gradi.

Hartmut Kulessa, European Projector Marketing Manager di Panasonic, afferma: “Grazie alla tecnologia a doppia sorgente di luce, con questa nuova gamma eliminiamo il concetto di 'hot back-up'. Parliamo di un sicuro vantaggio per le società di produzione eventi, che gestiranno da oggi in modo più semplice le installazioni che utilizzano diversi proiettori, dovendo sempre meno posizionarli in stacking, con notevole vantaggio in termini di risparmio di tempo e denaro, ma anche di aumento dello spazio disponibile per i posti a sedere".

Aggiunge Daniela Karakaci, Field Marketing Manager Italia per la Divisione VSS: "La tecnologia laser rappresenta senz'altro il futuro nella proiezione professionale, soprattutto in contesti di altissimo profilo. Ridurre al minimo l'esigenza di intervenire sui proiettori per la manutenzione, la flessibilità totale garantita in fase di installazione così come l'opportunità di utilizzare ottiche già in dotazione, sono aspetti importanti che supportano i nostri clienti nel realizzare progetti di altissima qualità in numerosi settori, ottimizzando al contempo l'investimento".

*escluso l'ottica ultra short ET-D75LE90



Correlati


Prodotti

SAT 32: distribuzione centralizzata fino a 32 transponder

LEM Elettronica

SAT 32: distribuzione centralizzata fino a 32 transponder

Questa centralina utilizza la tecnologia digitale per distribuire fino a 32 transponder da 36 MHz...


Serie 8400: 11 modelli con Power Detector

ELINT IARE

Serie 8400: 11 modelli con Power Detector

Tutti i modelli della serie 8400 si sono evoluti con l’adozione della funzione hardware Power Detector, integrata nel circuito...


MKB5/4: Miscelatore-Combinatore per LA7

LAEM Elettronica

MKB5/4: Miscelatore-Combinatore per LA7

Lo spostamento sul canale 25 UHF (in alcune zone) dell’emittente La7 comporta la necessità di traslare in banda IV...


ALSX300: switching +12V / 300 mA

LAEM Elettronica

ALSX300: switching +12V / 300 mA

In questo modello di ultima generazione, a norma CE, è stata particolarmente curata la compatibilità elettromagnetica...



APPROFONDIRE

L’efficienza luminosa nei sistemi 3D

Il metodo più utilizzato nei sistemi video e nei display, in grado di offrire una visione tridimensionale della realtà riprodotta, è la stereoscopia. Ciò avviene attraverso la migliore percezione della profondità indotta dalla visione binoculare. Per realizzare questa sensazione, gli occhi devono essere raggiunti da due immagini diverse che rispecchino il diverso angolo di visione dell’oggetto inquadrato.
L’avvento dei sistemi di proiezione stereoscopica sul mercato Home Theater ha determinato grande interesse per la possibilità, finalmente concreta, di rivivere in ambito domestico l’esperienza entusiasmante, determinata dalla rivoluzione del cinema 3D.
Una svolta epocale vera e propria, della quale hanno finalmente beneficiato le sale cinematografiche, resa possibile sia dal notevole sviluppo delle tecniche di ripresa stereoscopiche che dall’avvento dei sistemi di proiezione digitale e delle tecniche di visualizzazione stereoscopica connesse. Tale sviluppo, possiamo dirlo, è finalmente giunto a maturazione e il risultato oggi è pienamente godibile, almeno in sala cinematografica. Non si può ancora affermare la stessa cosa per l’ambito domestico dove, nonostante i grandi progressi tecnologici, sia in ambito distributivo del segnale stereoscopico che in ambito degli schermi piatti, la resa finale e il coinvolgimento spaziale dello spettatore sono affetti da alcune problematiche, prima fra tutte le ridotte dimensioni dello schermo.
In quest’ambito la proiezione continua a godere di un vantaggio e di un appeal non trascurabile, specialmente per chi vuole fare della visione di film e video un esperienza coinvolgente e pretenda una riproduzione fedele dei contenuti.
...


Valore degli edifici e Dotazione tecnologica

Valore degli edifici e Dotazione tecnologica

Stiamo per entrare in una nuova èra, nella quale potrà sembrare insensato attribuire una qualità umana ad oggetti inanimati, eppure bisognerà farci l’abitudine. Dalle automobili (infomobility) ai pacchi postali (parcel tracking), dai documenti (document management) agli elettrodomestici (domotica), passando dai telefonini (smartphone), ai sistemi di sicurezza e ai nostri stili di vita, pochi microscopici accessori informatici installati su qualunque oggetto lo renderanno ‘intelligente’, in dialogo permanente con le nostre volontà. Anche gli edifici stanno per entrare in questa rivoluzione intelligente, paradossalmente grazie ad una colpa insita nella loro natura, che oggi la società non può più sopportare: l’inefficienza energetica....


BENESSERE & SALUTE