PRODOTTI

    CT375/10: soluzione KVM Over IP con segnale IR

    Una coppia di extender utile per portare i segnali KVM (Keyboard, Video e Mouse) ad una postazione di lavoro remota. Sfrutta la rete IP in configurazione 1:N (una postazione PC e N postazioni di lavoro) su cavo Cat.6.


    Volume: SIAV_01_18 - Pagine: da 157 a 157

    La coppia di extender CT375/10 viene utilizzata quando una workstation o un PC desktop sono posizionati distanti (ad esempio, in un locale tecnico o una sala server) dalla postazione di lavoro dotata di monitor, tastiera e mouse.
    La configurazione con extender KVM è sempre più diffusa e segue di pari passo il nuovo layout degli uffici più recenti dove la scrivania personale è stata sostituita da postazioni condivise.
    Ogni dipendente/collaboratore può utilizzare qualunque postazione, effettuare il log-in e iniziare a lavorare.
    Il CT375/10 garantisce una lunghezza massima di tratta di 120 metri. La risoluzione supportata è pari a 1080@60 Hz.
    Il segnale video in uscita dal PC viene collegato al trasmettitore, così come il cavo USB trasporta i dati per la tastiera e il mouse.
    Inoltre, è prevista la possibilità di controllare in remoto via IR un device installato nel PC.
    I collegamenti lato ricevitore comprendono, oltre all’uscita HDMI, due prese USB (per il collegamento diretto di tastiera e mouse) e il jack da 3,5 mm per il led IR.
    Quando, come per l’esempio riportato qui a lato, le postazioni N sono maggiori di uno sarà necessario utilizzare più ricevitori CT375/10R.
    Il numero massimo di postazioni collegabili dipende dalla larghezza di banda della rete LAN alla quale il CT375/10 viene collegato.



    Correlati


    Prodotti

    EXITV distribuisce Breti: attive e passive, anche omnidirezionali

    EXITV

    EXITV distribuisce Breti: attive e passive, anche omnidirezionali

    La gamma, brevettata, è composta da 6 modelli, passivi oppure con amplificatore integrato da 18 dB, telealimentato a 5 Vc.c. Ciascuna tipologia, attiva o passiva, offre modelli onmidirezionali in banda III+UHF e UHF, formati da un cilindro lungo 35 o 40 cm, con diametro di 5 cm. Nei modelli direzionali, invece, al cilindro è stato aggiunto un array di elementi per incrementare il guadagno e limitare l’angolo di apertura a 180°. I modelli passivi, omnidirezionali, devono essere utilizzati nelle zone dove il segnale è particolarmente forte e non richiede antenne direttive, aspetto quest’ultimo che riguarda anche i modelli direzionali. Fra le altre particolarità che contraddistinguono questi 1, il design lineare, la facilità d’installazione e la disponibilità in diversi colori: dal bianco, grigio e marrone ai sette colori RAL, codice 9010, 1018, 2003, 5024, 4001, 3414 e 3020....


    MKB5/4: Miscelatore-Combinatore per LA7

    LAEM Elettronica

    MKB5/4: Miscelatore-Combinatore per LA7

    Lo spostamento sul canale 25 UHF (in alcune zone) dell’emittente La7 comporta la necessità di traslare in banda IV...


    HD TAB 900: wideband, ottico, Wi-Fi e HEVC/H.265

    ROVER LABORATORIES

    HD TAB 900: wideband, ottico, Wi-Fi e HEVC/H.265

    Una nuova gamma di strumenti, adeguati alle soluzioni d’impianto più recenti e avanzate...


    LexCom Home: configurazione su misura

    Schneider Electric

    LexCom Home: configurazione su misura

    Con i due centralini Pragma sono disponibili 13 e 18 moduli, su 3 file. Lo spazio, rispetto al MiniPragma è significativamente...



    APPROFONDIRE

    BENESSERE & SALUTE